Invia a un amico










Inviare

Dopo la presentazione del calendario UCI World Tour 2019 è giunto il momento di andare ad analizzare le formazioni della massima categoria del ciclismo su strada che si andranno a giocare la vittoria dei tre grandi giri, delle cinque classiche e di tutte le altre corse inserite nel programma per questa stagione.

Andremo a vedere ciascuna squadra, prendendo in esame i corridori di spicco, gli obiettivi dell’annata e le biciclette utilizzate, cercando di capire quale di esse sarà la protagonista del 2019.

Chris Froome, Vincenzo Nibali, Nairo Quintana e Tom Dumoulin, sono solo alcuni dei nomi più in voga per quanto riguarda la vittoria delle grandi corse a tappe, ma, come la storia ci ha insegnato, non si vince se non si ha al proprio fianco un team capace di mettere il proprio leader nelle migliori condizioni in ogni frangente di corsa.

AG2R La Mondiale

L’AG2R La Mondiale è una delle due formazioni bandiera della Francia e, sebbene il suo capitano sia un corridore di spicco come Romain Bardet, capace di salire sul podio del Tour de France per ben due anni consecutivi (2016-2017), negli scorsi anni non ha avuto grandi gregari in grado di affiancarlo quando la strada saliva.

Chiaramente anche l’obiettivo principale del 2019 sarà la Grand Boucle, Bardet è infatti chiamato a riscattare un 2018 privo di vittorie di rilievo e con i soli piazzamenti alle Strade Bianche e alla Liegi-Bastogne-Liegi.

Per il team che da quest’anno corre su biciclette Merckx non sono da sottovalutare Oliver NaesenSilvan Diller per il Giro delle Fiandre e la Parigi-Roubaix. Voto 3/5.

Romain Bardet per AG2R La Mondiale 2019

Astana Pro Team

L’Astana Pro Team, team kazako di proprietà dello Stato che nel 2014 accompagnò Vincenzo Nibali alla conquista del Tour de France, si è negli ultimi anni rivoluzionato, escludendo gran parte della componente italiana che lo formava.

Anche quest’anno il team correrà su biciclette Argon 18. Il ciclista di punta è sicuramente il colombiano Miguel Angel Lopez, giovanissimo scalatore (24 anni) che ha già messo nel mirino la vittoria della maglia rosa del Giro d’Italia 2019.

Lo scorso anno Lopez si è rivelato al mondo in tutte le sue qualità: terzo posto al Giro e terzo posto alla Vuelta di Spagna, senza paura di attaccare e di far lavorare il suo squadrone.

Al suo fianco potrà contare infatti su corridori di esperienza e qualità come Jakob Fuglsang, Ion Gorka IzagirreLuis Leon Sanchez Dario Cataldo. Voto 4/5

Lopez per Astana Pro Team 2019

Bahrain-Merida Pro Cycling Team

La Bahrain-Merida è la grande squadra di Vincenzo Nibali, uno dei corridori più vincenti in attività, uno dei quattro grandissimi del ciclismo in grado di vincere tutti e tre i grandi giri e almeno una classica monumento.

Dopo il successo alla Milano-Sanremo 2018, il siciliano anche quest’anno punterà fortemente alle classiche, cercando la migliore condizione per il Giro d’Italia.

Vista l’età, difficilmente vedremo il nostro campione trionfare ancora nei grandi giri, ma lo Squalo dello Stretto ci ha abituato alle sorprese. Potrà contare su un ottimo team: l’eterno Domenico PozzovivoDamiano Caruso Matej Mohoric.

Per i successi di tappa i DS del team avranno a loro disposizione lo spunto veloce di Sonny Colbrelli e le grandissimi qualità a cronometro del neo-acquisto Rohan Dennis.

Anche nel 2019 uno dei main sponsor sarà Merida, il fornitore di biciclette taiwanese con cui correranno i campioni del team dell’emirato. Voto 3/5

Nibali per Bahrain-Merida Pro Cycling Team 2019

Bora-Hansgrohe

Una delle stelle del ciclismo internazionale è Peter Sagan, triplice campione del mondo, vincitore della Roubaix, del Fiandre e di ben sei maglie verdi al Tour.

Lo slovacco della Bora-Hansgrohe si concentrerà ancora sulle classiche del nord e sulla Milano-Sanremo nella prima parte della stagione, riprovando a far sua almeno una delle tre monumento.

Sagan si è circondato nuovamente di gregari fidati e di gran classe su cui sa bene di poter fare affidamento: tra questi annoveriamo Daniel Oss, Oscar GattoMarcus Burghardt.

Per le gare a tappe si cercano buoni piazzamenti con Davide Formolo Patrick Konrad al Giro e Rafal Majka al Tour.

Lo squadrone tedesco correrà nel 2019 con biciclette Specialized: Peter Sagan è infatti uno dei volti principali per gli spot dell’azienda americana. Voto 3/5

Peter Sagan per Bora-Hansgrohe 2019

CCC Team

La CCC compie il gran salto nel World Tour dopo alcuni anni nella “Serie B” del ciclismo, incorporando a sé alcune delle strutture che appartenevano all’ormai decaduta BMC.

A eccezione di Greg Van Avermaet, oro olimpico di Rio 2016 e vincitore della Roubaix nel 2017, è uno dei team di livello più basso del movimento.

Gli italiani attendono invece il giovane sprinteur Jakub Mareczko, capace di raggiungere punte di velocità altissime ma che ancora deve affermarsi nel grande ciclismo.

Ai corridori CCC verranno fornite biciclette Giant. Voto 1/5

Greg Van Avermaet per ccc team 2019

Deceuninck-Quick Step

In forte crisi finanziaria da qualche anno a questa parte, lo squadrone belga diretto da Patrick Lefevere ha trovato un nuovo sponsor per il 2019: Deceuninck.

Anche in questa stagione l’obiettivo principale saranno le classiche del nord e le Ardenne, ma la Quick Step è capace di vincere ovunque, non è possibile infatti dimenticare le 73 vittorie (record di sempre) del 2018.

Per le corse del pavè si punterà su Philippe Gilbert, campione del mondo 2012 e vincitore di un Fiandre, Yves Lampaert e Zdenek Stybar, mentre per le Ardenne sul giovane ma già affermato fenomeno francese Julian Alaphilippe e sul vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi 2018 Bob Jungels.

Come se non bastasse la Quick Step, che anche nel 2019 correrà con biciclette Specialized, potrà guardare alle classifiche generali dei grandi giri con Enric Mas, capace a 23 anni di centrare un secondo posto alla Vuelta di Spagna, e alle volate di gruppo con il campione italiano in carica Elia Viviani. Voto 5/5

Julian Alaphilippe per Deceuninck-Quick Step 2019

Education First Pro Cycling Team

Squadra tutta da scoprire la Education-First: con sole 6 vittorie nel 2018 si è rivelata come una delle formazioni meno competitive della scorsa stagione.

Il copione non sembra essere cambiato, con il solo Rigoberto Uran a mandare avanti il team americano che corre su biciclette Cannondale.

Il colombiano probabilmente punterà a un buon piazzamento al Giro o al Tour coadiuvato dall’esperto Tejay Van Garderen, ma difficilmente potrà salire sul podio.

Più interessanti i nomi per le fughe e per i successi nelle frazioni intermedie: Alberto BettiolMichael Woods, già vincitore di una tappa alla Vuelta e di un bronzo al mondiale di Innsbruck e Sacha Modolo. Voto 1/5.

Uran per Education First Pro Cycling Team 2019

Groupama-FDJ

La Groupama-FDJ è il secondo squadrone di bandiera francese (biciclette Lapierre), ed è sicuramente una delle più attrezzate per le corse a tappe che vedranno Thibaut Pinot, vincitore del Lombardia 2018, sicuro protagonista.

Il 28enne sarà accompagnato da ottimi gregari, grandi lavoratori e scalatori come Sebastian ReichenbachDavid GauduSteve Morabito Kilian Frankiny.

Obiettivo maglia verde della classifica a punti del Tour de France 2019 e Milano-Sanremo (già vinta nel 2016) per il velocista Arnaud Demare, che per il terzo anno consecutivo sarà accompagnato da uno dei migliori apripista del movimento, Jacopo Guarnieri. Voto 4/5.

Pinot per Groupama-FDJ 2019

Lotto-Soudal

Da tenere sotto lente di ingrandimento è sicuramente la formazione belga della Lotto-Soudal che, con il nuovo acquisto Caleb Ewan, è pronta a dominare le volate dei grandi giri.

Tiesj Benoot, con il successo alla Strade Bianche a soli 24 anni, è stata la sorpresa del 2018 e non vede l’ora di riconfermarsi nelle classiche, esattamente come Tim Wellens, che tuttavia deve ancora perfezionare alcuni aspetti tattici di gara che lo portano spesso a scoprirsi eccessivamente.

Il team belga nel 2019 correrà con biciclette Ridley. Voto 3/5.

Ewan per Lotto-Soudal 2019

Mitchelton-Scott

Con la partenza di Ewan e i successi del 2018 di Simon Yates, vincitore della Vuelta e quasi maglia rosa al Giro, la Mitchelton-Scott ha cercato di perfezionarsi per supportare maggiormente il talento australiano nei grandi giri.

Esteban ChavesAdam Yates e Mikel Nieve saranno i migliori gregari che Simon Yates potrà avere al Giro d’Italia 2019 per le grandi salite, ci aspettiamo un dominio Mitchelton-Scott nella conquista del Trofeo Infinito.

Per le classiche il nostro Matteo Trentin sarà la punta di diamante per tornare a un grande successo al nord. Scott, main sponsor del team, sarà il fornitore ufficiale di biciclette per la nuova stagione. Voto 4/5.

Simon Yates per Mitchelton-Scott 2019

Movistar Team

La Movistar è la formazione del campione del mondo Alejandro Valverde, l’eterno murciano che a 38 anni ancora non finisce di stupire, riuscendo a portare a casa la vittoria di maggior prestigio di tutto il movimento.

Lo spagnolo concentrerà le sue forze nella prima parte di stagione, quando correrà le classiche delle Ardenne cercando il sesto successo alla Freccia Vallone e il quinto alla Liegi, e nel finale, quando avrà l’onore di portare in giro per tutto il suo paese la maglia iridata.

La formazione di Eusebio Unzue è forte soprattutto nei grandi giri, potendo contare su Nairo Quintana, obiettivo Tour, e Mikel Landa, obiettivo Giro d’Italia.

I due forti scalatori hanno dalla loro parte un team altamente competitivo quando la strada tenderà a salire: Richard CarapazAndrey Amador,Carlos Bentancur Marc Soler rendono la Movistar una delle squadre più forte del World Tour.

Nel 2019 la Movistar correrà su biciclette Canyon. Voto 5/5.

Alejandro Valverde per movistar 2019

Team Dimension-Data

La formazione sudamericana, dal 2019 su biciclette BMC, è sicuramente una delle più deboli del circuito, potendo contare soltanto su dei piazzamenti in volata con Giacomo Nizzolo, pronto al riscatto dopo molti infortuni, Mark Cavendish e in classifica con Louis Meintjes, promessa mai mantenuta e scomparsa nell’ultimo anno. Voto 1/5.

Team Jumbo-Visma

Per la ex Lotto NL-Jumbo si prospetta un 2019 molto interessante.

Sicuramente è stata una delle formazione sorpresa del 2018 grazie agli ottimi risultati ottenuti al Giro, al Tour e alle corse a tappe di una settimana. Primoz Roglic, quarto alla Grand Boucle 2018, ha già dichiarato che il suo obiettivo per questa stagione sarà la maglia rosa: i chilometri a cronometro possono avvantaggiarlo non poco.

Dylan Groenewegen, dopo due vittorie di tappa al Tour, è pronto a ripetersi e ad affermarsi come uno dei migliori velocisti del panorama internazionale.

Da non sottovalutare mine vaganti come Steven Kruijswijk George Bennett nel team olandese con biciclette Bianchi. Voto 4/5.

Primoz Roglic per Team Jumbo-Visma 2019

Team Katusha-Alpecin

Lo squadrone russo di proprietà dello Stato deve riscattare un 2018 molto negativo con sole cinque vittorie (2 World Tour).

La stella anche quest’anno sarà Marcel Kittel, il possente tedesco vincitore di numerose tappe nei grandi giri.

Nella Katusha Kittel non ha mai trovato il treno giusto per le sue volate e spesso lo ha relegato in posizioni di rincalzo.

Poche possibilità per il team russo su biciclette Canyon per la classifica generale, si punta a un piazzamento con Ilnur Zakarin. Voto 2/5.

Kittel per Team Katusha-Alpecin 2019

Team Sky

Il Team Sky è senza alcun dubbio la squadra più forte del circuito UCI, la sua potenza deriva dai tanti fondi forniti dal governo britannico e dal colosso televisivo per acquistare i migliori corridori del movimento, capaci di dominare grazie a un meraviglioso ma discusso gioco di squadra tutti i grandi giri.

Quella del 2019 sarà l’ultima stagione del Team Sky e l’obiettivo sarà quello di chiudere in bellezza: Chris Froome Geraint Thomas sono pronti all’assalto del Tour de France, Egan Bernal del Giro d’Italia e Gianni Moscon con Michal Kwiatkowski delle classiche monumento.

Per la loro ultima annata i DS della Sky hanno riconfermato Pinarello come fornitore di biciclette per i loro campioni. Voto 5/5.

Chris Froome per Team Sky 2019

Team Sunweb

La Sunweb è un’altra formazione dalla quale ci si aspetta grandi risultati, poiché in questo team tedesco milita uno dei corridori più completi che il ciclismo abbia mai visto: Tom Dumoulin.

L’olandese viene da un 2018 di grandissimo livello, ma anche di tanta sfortuna: secondo al Giro, al Tour e ai Mondiali a cronometro.

L’obiettivo dichiarato è la doppietta Giro-Tour e sarà coadiuvato da scalatori di livello come Wilco KeldermannSam Oomen Nicholas Roche, mentre l’australiano Michael Matthews cercherà i successi di tappa.

I ragazzi della Sunweb correranno su biciclette Cervelo. Voto 3/5.

Tom Dumoulin per il Team Sunweb

Trek-Segafredo

Anche la Trek è una squadra in ricostruzione: dopo il ritiro di Contador non c’è più nessuno in grado di buone prestazione nelle grandi corse a tappe, tuttavia i nuovi acquisti (molti italiani) fanno ben sperare.

Il più esperto e vincente è Bauke Mollema, ma andranno ben visionati i nostri Giulio Ciccone per la classifica e Matteo Moschetti per le volate.

Ricordiamo che questo è l’unico team con sponsor italiano sebbene il main sponsor rimanga sempre Trek, fornitrice delle biciclette per il team. Voto 1/5.

UAE Team Emirates

La UAE Team Emirates può contare su uno sponsor molto ricco che è riuscito a portare nella propria squadra il velocista più forte al mondo attualmente: Fernando Gaviria, colombiano di 24 anni vincitore di quattro tappe al Giro e due al Tour.

Oltre al colombiano il team potrà contare su Fabio Aru Daniel Martin per le classifiche generali dei grandi giri, ma entrambi dovranno trovare la migliore condizione.

Il sardo viene da una stagione senza neppure un piazzamento culminata con l’auto-esclusione dal mondiale di Innsbruck.

Aru è pronto ad azzerrare tutto ciò che c’è stato finora e a ricominciare da capo il suo percorso per entrare tra i grandi del ciclismo italiano. La UAE correrà su biciclette Colnago. Voto 4/5.

Aru per UAE Team Emirates 2019

Gli sponsor del World Tour

Gli appassionati conoscono i team World Tour con i nomi degli sponsor che danno identità alle formazioni, ma alcuni di essi sono sconosciuti alla massa, pensiamo a Sunweb, Movistar, Bora, Mitchelton.

Altri sono più famosi: pensiamo alla Sky, la Trek-Segafredo che combina il celebre marchio produttore di biciclette all’azienda italiana di caffè, ma andiamo ora a scoprire quelli meno conosciuti.

Ag2r La Mondiale è una società di assicurazioni tra le più importanti in Francia, esattamente come Groupama, main sponsor della FDJ.

Bora invece produce piani cottura innovativi per cucine e cappe di aspirazione. CCC, il nuovo team del World Tour che ha incorporato la vecchia americana BMC, è un’azienda polacca di scarpe e borse, mentre Deuceninck è un produttore belga di finestre, infissi e porte.

Gli australiani su bici Scott posseggono come maggiore finanziatore Mitchelton, una società attiva nel settore alberghiero e vitivinicolo.

Movistar è invece un marchio commerciale con cui Telefònica, colosso di reti telefoniche, opera in Spagna e America Latina.

Jumbo è una famosa catena di supermercati olandese, Alpecin produce invece shampoo per capelli alla caffeina anti-caduta, mentre Sunweb, lo sponsor del team di Tom Dumoulin, è addirittura un sito di servizi vacanze.

Continuate a seguirci sulle pagine di strada.bicilive.it per tutte le novità sulle gare di ciclismo 2019.

Invia a un amico










Inviare
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ama scrivere fin da quando era piccolo e questo lo ha portato a raccontare storie sul suo sport preferito, il ciclismo. Un'attività fisica che prova anche a praticare sia per piacere sia soprattutto per capire le difficoltà, le fatiche ma anche le gioie e i successi dei campioni che ogni giorno ci emozionano sulle strade.