Abbiamo provato in anteprima il Corsa N.EXT, il nuovo pneumatico di Vittoria che oltre a proporsi come copertura dalle alte performance punta soprattutto a migliorare affidabilità, durata e comfort.

L’intuizione è corretta: è giusto guardare alla performance ma chi è in sella, soprattutto i non professionisti, ha bisogno di uno pneumatico che duri e che sia in grado di trasmettere al ciclista comfort e sicurezza.

Caratteristiche del Vittoria Corsa N.EXT

Il nome scelto da Vittoria rende già l’idea di cosa rappresenti questo nuovo pneumatico per la casa: questo prodotto vuole andare oltre il successo dell’ormai celebre Vittoria Corsa, portando innovazione tecnologica sia all’interno del pneumatico sia nel rapporto tra ciclista e pneumatico.

Il reparto ricerca e sviluppo è partito dalle necessità manifestate dai pedalatori su strada, ovvero quello di avere pneumatici performanti ma che siano in grado di durare a lungo e trasmettere comfort e feeling di guida: un feedback non difficile da immaginare ma molto complesso da mettere in pratica. Riuscire a tradurre queste richieste in un prodotto reale significa mettere in campo anni d’investimenti nella ricerca di nuovi materiali, nuove tecnologie costruttive e tantissime ore e chilometri di test.

La tabella con le prestazioni dei nuovi pneumatici per bici da corsa Vittoria Corsa N.EXT 2022

Questo pneumatico è il nuovo riferimento della categoria competition che, nella scala Vittoria, si colloca tra l’advanced training e il competition pro (studiato per le competizioni).

La base di partenza deriva dall’esperienza maturata nelle competizioni sul Corsa: da qui i tecnici hanno cercato di migliorare la durata della mescola e la sua resistenza.

Per ottenere questo risultato è stata utilizzata una carcassa in Nylon che migliora la resistenza dello pneumatico e la sua scorrevolezza, mentre invece il miglior grip e la riduzione del consumo dello pneumatico sono stati resi possibili da una mescola composta da silice e grafene, lavoro complesso ma che ha portato a un risultato finale di alto livello.

Per aumentare la resistenza alle forature, la sezione centrale della carcassa utilizza 3 strati di nylon più un ulteriore strato protettivo posizionato tra carcassa e battistrada. Anche il tallone è avvolto in uno strato protettivo in nylon per aumentarne la resistenza.

Dettaglio della sezione dei nuovi pneumatici per bici da strada Vittoria Corsa N.EXT 2022

Il battistrada presenta gli stessi intagli del Corsa: inutile cambiare un design che ha già portato grandi risultati.

Un punto verso l’innovazione nella gestione del pneumatico è l’inserimento di un QR code: scansionandolo il ciclista può avere accesso a una serie di informazioni su come installare il prodotto, quali componenti è meglio utilizzare, quali sono le pressioni consigliate per un funzionamento ottimale e, ultimo ma non meno importante, una serie di contatti delle ciclofficine che possono offrire assistenza sui prodotti Vittoria.

Questa è senza dubbio un’interessante mossa di assistenza post vendita che vuole contribuire a migliorare la percezione di un prodotto di alta qualità, oltre che ha rafforzare il legame tra Vittoria e i suoi clienti.

I più curiosi possono visionare la pagina ufficiale di questo prodotto sul sito Vittoria:
https://www.vittoria.com/it/it/copertoni/strada/corsa-next

I nuovi pneumatici per biciclette da corsa Vittoria Corsa N.EXT 2022

Il test del pneumatico strada Vittoria Corsa N.EXT

Quando ci si accinge a provare un prodotto di questo tipo le aspettative sono sempre molto alte: la descrizione fatta dai tecnici e lo storico del Vittoria Corsa alzano l’asticella di molti centimetri.

Non nego che le circostanze inizialmente mi hanno reso parecchio scettico in merito ai miglioramenti descritti a tavolino ma, come dico sempre, l’unico modo per valutare realmente un prodotto è mettersi in sella e verificare le cose personalmente, nel bene e nel male.

Abbiamo avuto modo di testare in anteprima il Vittoria Corsa N.EXT il giorno della presentazione alla stampa sui colli che circondano Bergamo.

La cosa che mi ha colpito di più sin dalle prime pedalate è la comodità. Pur tenendo il copertone alle pressioni di lavoro consigliate, la percezione è quella di guidare una gomma molto morbida e permissiva. Quest’aspetto si esalta soprattutto in discesa, dove questo pneumatico restituisce subito un gran feeling e facilita di molto una guida più vicina al limite.

La mescola impiegata e il design delle scanalature consentono di avere sempre un’aderenza ottimale e una buona stabilità anche se si entra troppo pinzati in curva o ci si trova su un asfalto non perfettamente liscio, aspetto che a mio parere vale tutto il copertone perché questa caratteristica, oltre ad aumentare il divertimento in sella, potenzialmente può ridurre il numero di incidenti da parte dei meno esperti.

Sergio Viganò durante il test dei nuovi copertoncini per bici da corsa Vittoria Corsa N.EXT 2022

Per quanto riguarda la scorrevolezza e la durata oggettivamente ho avuto bisogno di più tempo ma alla fine sono riuscito a farmi un’idea abbastanza precisa della direzione di questo pneumatico: non pensate alla miglior scorrevolezza come a qualche centimetro guadagnato su un’ora di pedalata a wattaggio costante, non è a mio avviso lo scopo di questo pneumatico né tanto meno un dato utile a chi non sta cercando la vittoria al Giro d’Italia.

Quello che regala il Vittoria Corsa N.EXT è una costanza nella scorrevolezza: spesso e volentieri l’asfalto su cui pedaliamo non è perfetto, presenta zigrinature, crepe o microfratture dovute al passaggio dei mezzi pesanti che fanno saltellare la nostra bici e di conseguenza ci rallentano.

Il Corsa N.EXT riduce moltissimo questo fenomeno, quindi anche quando vi trovate a pedalare su quei tratti che solitamente vi rallentano, con questo pneumatico risulta più facile mantenere una media molto simile a quella che si riesce a tenere su un asfalto in condizioni eccellenti.

La durata del pneumatico invece è oggettivamente elevata: il test che abbiamo fatto si è svolto con temperature assolutamente anomale, il caldo di questa primavera/estate è evidente a tutti e le temperature dell’asfalto sono anche maggiori.

Sergio Viganò affronta una salita durante il test del nuovo pneumatico per biciclette da corsa Vittoria Corsa N.EXT 2022

Parametri che in teoria dovrebbero portare a un degrado molto più rapido, soprattutto di un pneumatico a vocazione corsaiola. In realtà non si è verificato nessun deterioramento evidente né tanto meno un calo delle performance descritte sopra: veramente un ottimo lavoro da parte di Vittoria.

Durante la giornata di test non si sono mai verificate né forature né perdite di pressione e non sono stati oggettivamente pervenuti problemi tecnici di nessun tipo.

Il Corsa N.EXT è sicuramente uno pneumatico di alta gamma non tanto per le sue performance elevate ma per la facilità con cui consente di avvicinarsi a queste. Si tratta di un copertone che permette anche all’amatore di potersi divertire anche senza una vasta esperienza, filosofia che a mio avviso andrebbe declinata su molti prodotti per facilitare sempre più questo avvicinamento delle grandi masse alla biciclette.

È infatti necessario che sul mercato siano sempre più presenti prodotti in grado di offrire alte performance in sicurezza anche ai meno esperti.

Per ulteriori informazioni su questo o altri prodotti del brand invitiamo i lettori del nostro magazine online a visitare il sito ufficiale Vittoria. Al suo interno è disponibile una pagina di approfondimento tecnico sul Corsa N.EXT, eccola: https://www.vittoria.com/it/it/storie/tech/corsa-next

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Appassionato di qualsiasi cosa abbia le ruote, la bici è presente nella mia vita da quando ho memoria. Ho la fortuna di viverla in quasi tutte le sue sfaccettature, sempre affamato della prossima novità. Ho trovato la soddisfazione agonistica nel triathlon, riuscendo nel 2017 a ottenere la qualificazione al campionato del mondo ironman 70.3. Sono istruttore FITRI e, mentre proseguo i miei studi in farmacia, cerco di scendere il meno possibile dai pedali provando a trasmettere la mia grande passione.