Invia a un amico










Inviare

Siamo in una delle fasi più critiche dell’inverno, una delle più fredde, quindi ecco alcuni consigli per pedalare in inverno

1. Consiglio numero 1: non vestirsi troppo

Per pedalare nel modo migliore bisogna partire per l’escursione sentendo un po’ di freddo. Con il movimento fisico ci si riscalderà velocemente. Vestirsi troppo causerebbe un’eccessiva sudorazione e di conseguenza disidratazione e surriscaldamento del corpo.

2. Partiamo dal primo strato da indossare: l’intimo

Esistono varie tipologie di intimo: sintetico, in materiale studiato appositamente per l’attività fisica, mantiene il corpo asciutto. Esiste anche l’intimo in materiale naturale, come la lana merino, un materiale usato da sempre per mantenere la temperatura corporea costante e isolare dal freddo.

Utilizzare il giusto intimo permette di rimanere asciutti, di evitare un’eccessiva sudorazione e di non surriscaldare il corpo soffrendo meno lo sbalzo termico.

3. Cosa mi metto oggi?

Il dubbio c’è sempre, soprattutto se fa freddo. Se già indossiamo un buon intimo con maniche lunghe e sappiamo che fuori è una splendida giornata di sole, ci basta vestire una giacca invernale, possibilmente di colore nero per attirare maggior calore, una salopette da bici felpata con delle parti in wind-stopper sulle zone più sensibili come ginocchia e ventre e il gioco è fatto. Se si prevede di affrontare una discesa o di stare fuori per più ore, sempre meglio portare con se una giacca anti-vento o anti-pioggia in caso di tempo variabile.

4. Proteggere le mani

Indossare guanti caldi non vuol dire andare a frugare nei cassetti e recuperare dei vecchi guanti da sci, ma esistono guanti specifici da bici che facilitano il movimento delle dita pur essendo caldi. L’importante che riparino dall’aria gelida: le mani, come i piedi e il viso, sono una delle parti più esposte e difficili da riscaldare. Un’ottima soluzione potrebbero essere i sotto-guanti in seta o lana merino che isolano molto bene pur mantenendo la giusta traspirabilità. Esistono guanti-manopole che permettono di muovere solo l’indice (dito del freno) e pollice, mentre le altre tre rimangono unite. Oppure per i più freddolosi esistono delle bustine riscaldanti in vendita in qualsiasi negozio di biciclette o sport in generale. Se le mani sono molto fredde e vi fanno male, fermatevi un minuto e mettetele sotto le ascelle, zona molto calda del nostro corpo.

5. Proteggere i piedi

Le scarpe sono un accessorio fondamentale. Quando fa molto freddo la cosa principale è fare in modo che non entri aria gelida nelle scarpe. Difficile riscaldare i piedi quando sono molto freddi. Delle scarpe invernali o in GORETEX® non fanno penetrare il freddo né l’acqua in caso di pioggia. Ma anche un buon calzino aiuta a mantenere la temperatura. L’ideale, per pedalare in inverno, sono quelli in lana merino o calzini traspiranti, appositamente studiati per il ciclismo, che mantengono il piede asciutto. Molto utili sono anche i copri scarpe. L’importante è anche non allacciare troppo strette le scarpe per mantenere una corretta circolazione sanguigna.

Illustrazione donna ciclista con casco e abbigliamento invernale

Per pedalare in inverno basta indossare abbigliamento da ciclismo invernale adatto: berretto/sotto casco e un caldo scalda collo che ci riparano dall’aria fredda.

6. Non dimenticare di coprire la testa

Da non sottovalutare. Utilizzare un sotto casco o bandana che assorba il sudore e allo stesso tempo protegga orecchie e fronte renderà le vostre pedalate invernali più piacevoli. Ora esistono in commercio anche dei caschi chiusi o con prese d’aria richiudibili che non fanno passare l’aria. Perfetti anche quando piove.

7. Collo e gola

Stupendi e colorati, sono gli scalda collo. Di tessuto leggero, in pile o più materiali combinati tra loro, proteggono il collo dall’aria ed essendo elasticizzati possono essere alzati fin sul viso per coprire bocca e naso. Gli scalda collo hanno anche la funzione di essere utilizzati come sottocasco.

8. Blocca il vento

Blocca il vento e sentirai meno freddo. Ci sono dei capi, anche intimi, realizzati in tessuto wind-stopper: un materiale che non permette all’aria di passare. L’aria gelida non è affatto piacevole e riparandosi da essa si riesce a sopportare meglio il freddo.

9. L’olio non solo idratante, ma anche riscaldante

Esiste un olio che si spalma sulle gambe prima di uscire in bicicletta. Usato anche dai professionisti, dona un senso di calore e aiuta ad affrontare meglio l’uscita in bici.

10. Rimedi post giro: riscaldarsi e prendersi cura di sé

La pelle d’inverno va protetta non solo dal sole ma soprattutto dal freddo: il burro di karité, ad esempio, ripara e allevia screpolature e rossore.
Se nonostante la pedalata vi sentite ancora infreddolite, una bella doccia calda o magari una sauna o bagno turco, tisana ed un po’ di cioccolata permettono di recuperare velocemente la temperatura e di riscaldare corpo e mente. Subito dopo un giro in bicicletta invernale è consigliato mangiare qualcosa di dolce per un recupero immediato delle energie.

illustrazione con ragazza che fa un bagno caldo

Non c’è niente di meglio che un bel bagno caldo dopo aver pedalato, magari sciogliendo nell’acqua dei sali profumati.

A proposito dell'autore

Chiamata dagli amici "acqua e paltan", proveniente da sport completamente differenti, ora dedica cuore e mente al mondo delle due ruote offroad. Poliedrica nel suo lavoro: un'ottima fotografa, sa mettersi a disposizione anche dall'altra parte dell'obiettivo! Attiva come "social specialist" non smette mai di pensare a dove la bici la porterà ad infangarsi la prossima volta!