Invia a un amico










Inviare

L’efficienza biomeccanica non solo porta a un miglioramento delle prestazioni ma limita in modo importante il rischio di infortuni e le patologie legate a gesti ripetuti, in particolare nel ciclismo. Ecco cosa abbiamo scoperto di Wiva alla seconda edizione di CosmoBike Show.

Wiva nasce dall’esperienza nel settore medico, unendo la conoscenza dell’anatomia e i principi di biomeccanica. Si propone sul mercato sportivo con un programma composto da un hardware e un software che lavorano in sincronia con il fine di ottimizzare il gesto atletico e affiancare un’eventuale preparazione atletica, non solo per il settore agonistico ma anche per i semplici amatori attenti alla propria postura in sella.

Foto dell'app Wiva

Il kit di partenza offerto da Wiva è composto da un sensore più le applicazioni, ma si possono usare anche due sensori

Wiva, offrendo una quantità notevole di dati in tempo reale per più atleti contemporaneamente (consultabili a distanza per un monitoraggio continuo anche sulle lunghe distanze) rende il programma particolarmente indicato ai preparatori atletici e tecnici biomeccanici.

L’hardware è un sensore installabile in quattro diverse posizioni: schiena, ginocchio, piede e pedale. Ne rileva i più importanti parametri biomeccanici e per mezzo della tecnologia Bluetooth comunica con lo smartphone.

Il software è il punto più interessante del prodotto per l’utente finale. Cinque diverse applicazioni consentono di gestire facilmente e in modo intuitivo gli aspetti biomeccanici di corsa, ciclismo, tennis, sci, nuoto e l’attività in palestra.

Wiva permette di allenarsi in modo consapevole, assistendo lo sportivo durante tutta la durata della sessione di allenamento fornendogli in tempo reale i dati rilevati, con la possibilità di analizzarli in un secondo momento direttamente sullo smartphone o su un qualsiasi dispositivo collegato alla rete.

È inoltre possibile collegare più sensori al software.

Wiva + CYCLE app, specifico per l’allenamento in bici

I parametri biomeccanici forniti da Wiva + CYCLE app sono i seguenti: distanza, velocità, altitudine, tilt (basculamento bacino), obliquity bacino, rotazione, simmetria, spostamento laterale ginocchio, TDC angolo piede, BDC angolo piede, LHP angolo piede, RHP angolo piede, regolarità pedalata, Rpm max, Rpm media e traccia Gps.

Foto della schermata dell'app Wiva

La schermata iniziale dell’applicazione specifica per il ciclismo si presenta semplice e intuitiva, adatta anche ai meno esperti

Wiva + POWER app, per allenarti anche in palestra con i watt

La POWER app è invece dedicata alla preparazione in palestra. Un dato interessante rilevabile dal sensore è la potenza espressa in watt del lavoro muscolare, permettendo di lavorare sia con sovraccarichi sia a corpo libero mantenendo un’unità di misura assoluta di riferimento, così come con il misuratore di potenza installato sulla bicicletta.

Parametri biomeccanici Wiva + POWER app: potenza muscolare (W/kg), forza muscolare (N/kg), velocità massima (m/s) e carico massimo e ottimale (kg).

Wiva più le applicazioni sono in vendita al pubblico a un prezzo di 390 euro.

A proposito dell'autore

Ha praticato ogni tipo di sport e gareggia in mtb dal 2006, ottenendo buoni risultati nel downhill ma partecipando a gare di ogni specialità. Maestro di mtb, laureato in scienze motorie, diplomando in osteopatia e co-fondatore dell’asd Promosport Racing, un'associazione volta a seguire quella che è la sua idea di sport: aggregazione, divertimento e competizione.