Invia a un amico










Inviare

La ciclabile val d’Adige-Bolzano-Merano si sviluppa lungo l’argine del fiume Adige. Questo nasce dal lago di Resia e sfocia dopo circa 410 km a Rosolina nel Mare Adriatico. Siamo ovviamente in Alto Adige, e quello che vi presentiamo è un percorso semplice e adatto anche alle famiglie.

La ciclabile è completamente pianeggiante, ben asfaltata e curata. L’intero itinerario è lungo circa 30 chilometri con un dislivello di circa 75 metri.

Il punto di partenza è Bolzano, la bella città sulle sponde del fiume Isarco che è già stata protagonista del nostro articolo sulla pista ciclabile Oltradige (Bolzano–Appiano–Caldaro).

Per raggiungere il punto di partenza, una volta usciti dal casello autostradale dell’A22 di Bolzano Sud si seguono le indicazioni per il centro cittadino. Consiglio un parcheggio fuori città lungo il fiume Isarco.

sponde fiume Isarco bolzano ciclabile della val d'adige bici 2019

La ciclabile della Val d’Adige: da Bolzano a Merano

La ciclabile della val d’Adige collega la città di Bolzano con la città di Merano, capoluogo della comunità comprensoriale del Burgraviato, ovvero la zona attorno a Merano ma anche la Val Passiria, la Val d’Ultimo e l’alta Val di Non.

Per mostrarvi questo giro, parto dalla bella cittadina di Bolzano.

Dopo una visita veloce del centro, seguo la traccia che ho creato e caricato sul mio GPS. Senza nessuno sbaglio riesco a districarmi tra il centro cittadino e in pochi minuti raggiungo la sponda del fiume Isarco, dove inizio a pedalare in direzione sud.

Costeggio il fiume Isarco che nasce nei pressi del passo del Brennero per poi confluire nel fiume Adige a Bolzano.

La ciclabile è protetta e riservata e trovo ciclisti in tutte e due le direzioni e anche tanta gente a piedi.

Raggiunta la periferia di Bolzano trovo il bivio per “Merano – Appiano”. A lato della ciclabile trovo un piccolo slargo con un tabellone e la mappa delle ciclabili, una fontana e delle panchine. Riempio la borraccia, salvo il punto sul GPS e riparto.

Seguo i cartelli e dopo un breve tratto su strada aperta al traffico, a destra, trovo nuovamente la pista ciclabile protetta e riservata. Ora pedalo lungo il fiume Adige per alcuni chilometri verso nord dove trovo il cartello con le indicazioni per Merano.

Giro a destra e trovo il primo passaggio a livello. Seguo le indicazioni e mi trovo sulla strada principale dove svolto a sinistra.

Per un breve tratto sono sulla strada statale, e dopo aver attraversato i binari ferroviari noto i cartelli con le indicazioni per Merano. Alla mia sinistra, lungo il percorso ciclabile dell’Oltradige c’è Castel Firmiano, sede principale del circuito museale chiamato “Messner Mountain Museum”, voluto e progettato dal Re degli 8.000, l’altoatesino Reinhold Messner.

Pedalo costeggiando la linea ferroviaria che parte da Malles in Val Venosta e termina a Bolzano transitando, ovviamente, per Merano. Questa tratta è molto frequentata da chi ha voglia di trascorrere uno o due giorni in bicicletta partendo da Malles o dal Lago di Resia (il famoso lago con il campanile che sorge dalle sue acque) ed arrivare a Bolzano.

Il tragitto si svolge su pista ciclabile ed è in leggera discesa.

costeggiando la linea ferroviaria che parte da Malles in Val Venosta ciclabile 2019

In questa ciclabile i meleti sono il filo conduttore, non per niente mi trovo in una delle regioni dove si producono enormi quantità di mele. I campi sono a perdita d’occhio e vi consiglio di venire a pedalare in zona quando c’è la fioritura, è qualcosa di indescrivibile.

Lungo il percorso passo vicino ai paesi di Andriano, Terlano, Vilpiano e Gargazzone. Non mi posso sbagliare, la ciclabile è ben segnalata.

Trovo sia segnaletica sull’asfalto sia la cartellonistica: a lato strada si trova una mappa e il profilo altimetrico con i vari punti di passaggio e i chilometri che mancano alla prossima destinazione, in questo caso Merano. Sul profilo sono segnalati anche i punti di sosta… molto ben fatto.

In corrispondenza della zona industriale di Sinigo, con un sottopasso della linea ferroviaria mi ritrovo ora le rotaie alla mia sinistra. Seguo i cartelli e dopo un tratto tra i frutteti lungo la strada che conduce a Maia Bassa alle porte di Merano seguo le indicazioni per il centro cittadino.

Pedalo con attenzione lungo le vie di Merano e seguendo anche la traccia che ho fatto a video e poi importata sul mio GPS. Attraverso il ponte sul fiume Passirio e mi trovo nel centro cittadino di Merano dove mi fermo e mi siedo su una panchina nel parco cittadino fronte fiume.

strada ciclabile direzione Merano Val d'Adige bici 2019

Alcune note sulla ciclabile della Val d’Adige: da Bolzano a Merano

L’intero itinerario è lungo circa 34 chilometri con un dislivello davvero esiguo di circa 100 metri. Si parte dai 245 metri di Bolzano per arrivare ai 330 metri di Merano.

Si percorre la Valle dell’Adige che è attraversata dall’omonimo fiume che nasce vicino al Passo Resia al confine tra Italia e Austria.

Cosa fare lungo la ciclabile

Questa ciclabile si sviluppa nel Burgraviato tra Bolzano e Merano in Alto Adige. Oltre a questa ciclabile potete cimentarvi sulla ciclabile dell’Oltradige tra Bolzano e il lago di Caldaro o decidere, partendo da Bolzano, di raggiungere Trento o Verona o di andare verso nord, in direzione passo del Brennero.

Bolzano è situata in una valle al centro di colline ricche di vigneti dove si produce ottimo vino. Merita una visita il centro cittadino per ammirare il Duomo con la sua architettura gotico-romanica, così come non dovete perdervi una visita al Museo Archeologico che ospita la mummia del Neolitico, Ötzi, l’uomo del Similaun.

Merano invece è una bellissima cittadina situata a 330 metri di quota. Si trova all’incrocio tra la val Venosta, la Val Passiria e la Val d’Adige. Per la particolare posizione geografica dove si trova, in una conca, riparata dalle montagne, ha un clima mite e temperato e ciò ha permesso la vita e la prosperità di piante mediterranee e tropicali.

A Merano vi consiglio di visitare il Kurhaus, un bellissimo palazzo in stile liberty che si trova nei giardini che costeggiano il fiume. Il teatro di Puccini è uno degli edifici più significativi del novecento a Merano. Nel periodo del fascismo fu intitolato al compositore Giacomo Puccini. Ospita rappresentazioni teatrali sia in lingua italiana che tedesca, concerti, spettacoli musicali e saggi di danza.

Lungo il torrente Passirio si trova il parco di Sissi, l’imperatrice Elisabetta d’Austria (1837- 1898), dove al suo interno si trova una bellissima statua realizzata nel 1903.

All’interno del parco inizia la ciclabile che porta in Val Passiria.

In pieno centro si trova il Duomo di Merano dedicato a San Nicolò, patrono della città. È la prima costruzione interamente in stile gotico di tutto il Tirolo.

Lungo il torrente si trovano le terme, un bellissimo posto per rilassarsi e “caricare le batterie”. Ci sono 15 piscine interne ed esterne, saune e bagni di vapore. In estate il parco delle terme offre ulteriori 10 piscine all’aperto con un percorso Kneipp.

strada città di Merano ciclabile della val d'adige bici 2019

I giardini di Castel Trauttmansdorff sono il fiore all’occhiello della cittadina. Il parco botanico copre una superficie di circa dodici ettari e trae il suo nome dal castello che si trova nel mezzo del parco. Al suo interno si trovano piante provenienti da tutto il mondo. All’interno del castello si trova il Touriseum, il Museo Provinciale del Turismo altoatesino.

A Maia dove si transita con la ciclabile si trova l’ippodromo che ospita la principale stagione di corse ad ostacoli in Italia. Attorno alla cittadina si notano molti castelli che sono stati trasformati in musei e possono essere visitati.

Altri oggi ospitano alberghi, ristoranti o cantine. I più, tuttavia, sono di proprietà privata e non è possibile accedervi.

Cosa bere e mangiare in zona

L’Alto Adige è rinomato ai più per i prodotti tipici e per il cibo. Si trova, vicino a Merano, esattamente a Foresta la birra Forst e nelle valli si possono trovare masi dove producono lo speck Alto Adige prodotto di indicazione geografica protetta (IGP).

I canederli (nella foto più sotto), sono un piatto tipico che trovate solo in Trentino e in Alto Adige.

Non potete rientrare a casa senza aver acquistato una bottiglia di vino o di Lagrain o di Santa Maddalena i due vini rossi autoctoni e presenti in questa valle. La mela Alto Adige IGP con cui si produce l’ottimo strudel.

Abbiamo parlato in maniera approfondita di cosa bere e mangiare in queste zone nell’articolo sulla ciclabile dell’Oltradige tra Bolzano e il lago di Caldaro, che vi consigliamo di leggere.

canederli piatto tipico alto adige 2019

Altri percorsi in Trentino

Oltre alla pista ciclabile della Val d’Adige la regione Trentino offre tanti altri percorsi, passi e piste ciclabili da percorrere e godere in sella pedalando.

Ecco altri 5 articoli di cicloturismo pubblicati sul nostro sito:
Il passo Daone
La salita Polsa
La pista ciclabile della Val Rendena
La salita a Madonna di Campiglio e al passo Campo Carlo Magno
La pista ciclabile del Limarò: percorso e traccia GPS

Traccia GPS scaricabile

Qui di seguito trovate la mappa del percorso Bolzano-Merano con la traccia GPS disponibile al download gratuito.

 

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Abito ad Arco di Trento, mecca della bici a 360°. Unisco la passione della bici al mio lavoro di cartografo e di rilevatore GPS di itinerari bici e trekking. Ho scritto due guide, una di mountain bike e l'altra di cicloturismo.