Quante volte ci siamo trovati con una gomma a terra? Molto probabilmente è l’inconveniente più comune in cui ogni persona che utilizzi una bici incappa almeno una volta.

Con gli amici di Milano Cycling e il prezioso supporto di Fabio Corucci abbiamo redatto per voi questo tutorial per sostituire senza problemi e in modo semplice la camera d’aria e il copertoncino della vostra bici.

Leggete oltre e guardate il nostro video!

Sostituzione copertone e camera: preparazione della bici

Nel video tutorial, per rendere più chiari i passaggi, abbiamo fissato la bici su di un banco da lavoro: se anche voi avete l’occasione di farlo è sufficiente fissare la bici tramite gli appositi punti di fissaggio.

Tuttavia se ci si trova per strada nella condizione di dover effettuare la riparazione in emergenza o semplicemente non si ha un banco da lavoro, è possibile utilizzare dei piccoli accorgimenti per rendere l’operazione comunque semplice.

Per sostituire camera d’aria e copertoncino è necessario rimuovere la ruota che ha subìto la foratura, per farlo in assenza di un sostegno è consigliato capovolgere la bici e appoggiarla delicatamente a terra poggiandola su sella e manubrio; fatto questo si potrà procedere alla sostituzione.

Attenzione, per evitare segni indesiderati è preferibile mettere un panno tra il terreno e le parti interessate.

La rimozione della ruota anteriore di una bici da corsa

Come rimuovere la ruota posteriore

Per procedere alla sostituzione di copertoncino e camera d’aria è necessario rimuovere la ruota dal telaio.

Nel caso della ruota posteriore, la prima cosa da fare è spostare la catena sull’ultimo pignone (quello più piccolo), quest’operazione si compie semplicemente facendo girare la pedaliera, e di conseguenza la ruota, e scalando progressivamente il rapporto tramite il comando dedicato che solitamente è posizionato sulla leva destra presente sul manubrio.

Nel caso si stia lavorando su di una bici con freno tradizionale, bisognerà usare l’accortezza di allargare la pinza tramite l’apposita levetta installata su di essa, se invece si opera su un modello che monta freni a disco si potrà passare direttamente allo sgancio del mozzo dal telaio tramite lo sgancio rapido o il perno passante.

Una volta sganciato il fissaggio della ruota al telaio e averlo allentato, per rimuovere la ruota sarà sufficiente sfilarla abbassando leggermente la gabbia della puleggia del cambio (il braccio con due ingranaggi del deragliatore posteriore).

Svolte queste operazioni avrete rimosso la ruota posteriore e sarete pronti a procedere con la sostituzione della camera d’aria.

L'abbassamento della gabbia del deragliatore per la rimozione della ruota posteriore

Come rimuovere la ruota anteriore

La rimozione della ruota posteriore è più semplice in quanto non è presente il pacco pignoni. È sufficiente aprire la pinza del freno tramite l’apposita leva, allentare lo sgancio rapido e rimuovere la ruota.

Per rimontarla una volta sostituititi camera d’aria e copertoncino sarà sufficiente inserire nuovamente il mozzo nell’apposita sede sulla forcella, serrare lo sgancio rapido e richiudere il freno.

Rimozione del copertoncino e della camera d’aria

Una volta rimossa la ruota dal telaio si può procedere alla sostituzione di camera e copertoncino. La prima operazione da svolgere è la rimozione dell’anello di sicurezza della valvola, si riconosce facilmente, è un anello dal bordo zigrinato presente alla base della valvola. La sua funzione è quella di mantenere fissa la valvola della camera d’aria, per rimuoverla è sufficiente svitarla.

Una volta svitato l’anello di sicurezza si potrà procedere allo sgonfiaggio della camera se questa non è già sgonfia. Per farlo sarà sufficiente svitare il tappino della valvola e premerlo quando sarà allentato, in questo modo si aprirà la valvola e si consentirà all’aria di fuoriuscire.

La rimozione del copertoncino tramite l'apposito strumento

Una volta che la camera d’aria è stata sgonfiata completamente, si può procede a stallonare il copertoncino dal cerchio, quest’operazione è molto semplice e prevede di compiere una pressione laterale con le mani sulla spalla del copertoncino in modo da promuoverne il distacco dal cerchio.

Stallonato il copertoncino, con l’aiuto di una leva si potrà scalzare il copertoncino dalla sede del cerchio. Portata a termine quest’operazione si potrà rimuovere a camera d’aria ed eventualmente il copertoncino. Qualora non si procedesse alla sostituzione del copertoncino è buona norma procedere al controllo di quest’ultimo per verificarne lo stato, sia esterno che soprattutto interno.

ATTENZIONE: la foratura potrebbe essere causata da spine, pezzi di vetro o schegge, questi possono rimanere incastrati nel copertone. È sempre preferibile procedere a questo controllo indossando dei guanti protettivi, in modo da non rischiare di ferirsi o di procurarsi lesioni di altro tipo.

Installazione della nuova camera d’aria per bici da strada

Una volta ultimate le operazioni di rimozione si può procedere all’installazione dei nuovi elementi. Nel caso si procedesse anche alla sostituzione del copertoncino, bisognerà installare prima questo della camera d’aria, per farlo sarà sufficiente inserire una delle due spalle nell’apposita sede del cerchione.

Prima d’inserire la camera d’aria è preferibile gonfiarla leggermente o con la pompa o, in extrema ratio, con la bocca (prima di procedere alle operazioni di gonfiaggio sinceratevi che la valvola sia aperta e pulita). Gonfiare leggermente la camera d’aria renderà molto più semplice l’operazione d’installazione e limiterà il rischio di pizzicarla.

L'inserimento della camera d'aria nella ruota

Si comincerà inserendo la valvola nell’apposito foro presente sul cerchio, dopodiché si potrà proseguire alloggiando la camera d’aria nell’apposita sede del copertone.

Una volta completato l’inserimento si potrà procedere all’inserimento della seconda spalla nella sede del cerchio, di solito è sufficiente una pressione laterale applicata direttamente con le mani, nel caso la spalla fosse troppo rigida ci si può aiutare con le leve utilizzate per la stallonatura (attenzione a non pizzicare la camera all’interno).

Inserite camera d’aria e copertoncino è molto importante verificare che la camera d’aria non sia rimasta incastrata tra spalla e cerchio nelle operazioni d’installazione, il rischio è che parte della camera d’aria si gonfi all’esterno del copertoncino aumentando il rischio di scoppio o di una foratura e, di fatto, rendendo pericolosa la guida.

Operazione di gonfiaggio della camera tramite pompa

Prima di procedere al gonfiaggio della gomma sarà necessario accertarsi che la valvola sia aperta. Una volta aperta la valvola si potrà inserire quest’ultima nell’apposito manicotto della pompa, fissarlo e procedere al gonfiaggio azionando lo stantuffo della pompa ripetutamente fino alla pressione desiderata.

Per compiere quest’operazione al meglio è fortemente consigliato l’utilizzo di una pompa con manometro, in modo di avere un riscontro visivo della pressione reale a cui si sta portando il copertoncino.

Solitamente sulla spalla di ogni copertoncino è indicata la pressione di lavoro ideale, quest’ultima varia in funzione della sezione del copertoncino, per esempio un classico pneumatico 700×25 richiede una pressione di circa 7 bar, quando si utilizza un pneumatico di sezione maggiore, ad esempio un 700×28, la pressione da utilizzare sarà inferiore, circa 6 bar).

Una volta portato il sistema alla pressione desiderata si potrà rimuovere il manicotto della pompa e avvitare la valvola, in modo da evitare fuoriuscite d’aria e di conseguenza cali pressori. In conclusione si potrà riavvitare l’anello di fissaggio della valvola al cerchio.

Il kit per il gonfiaggio d'emergenza delle camere d'aria per ruote bici

Operazione di gonfiaggio tramite bomboletta di CO2

La bomboletta di CO2 è un modo estremamente pratico di gonfiare il copertoncino, soprattutto se la foratura si dovesse verificare lontano da casa. Questo strumento consente di portare rapidamente il pneumatico a una pressione di circa sei bar e, di conseguenza, di poter tornare a pedalare agevolmente.

L’operazione di preparazione al gonfiaggio è la stessa, l’unica differenza sta nell’utilizzo del sistema.

La bomboletta opera tramite un erogatore dedicato che presenta due uscite, una su cui dev’essere installata la bomboletta e una su cui verrà fissata la valvola. Bisognerà installare la bomboletta nell’alloggio apposito, senza avvitarla eccessivamente per non aprirla, poi dopo aver fissato il sistema alla valvola si potrà completare l’inserimento della bomboletta e procedere al gonfiaggio.

Completata l’operazione si potrà riavvitare l’anello di fissaggio della valvola al cerchio.

La bomboletta CO2 per il gonfiaggio d'emergenza delle camere d'aria delle ruote per bici

Fissaggio della ruota posteriore sul telaio della bici da corsa

Prima di tutto bisognerà inserire la ruota nel forcellino, dopodiché si abbasserà la gabbia del deragliatore posteriore e s’inserirà il mozzo sulla catena, premurandosi di appoggiarla sull’ultimo rapporto.

Compiuta quest’operazione si centrerà la ruota nella pinza e poi si guiderà il mozzo nei drop-out. Una volta inserito il mozzo nell’apposita sede si potrà serrare lo sgancio rapido.

Cosa portare sempre con sé per sostituire la camera d’aria

Le forature sono tra le seccature più frequenti che si possano verificare durante un’uscita in bici.

Per far sempre fronte in modo rapido ed efficace a questo tipo d’inconveniente è bene aver sempre dietro un “kit salvavita”. Questo kit è semplicemente composto da: camera d’aria, leve per stallonare, bomboletta di CO2 ed erogatore per la bomboletta.

Il reinserimento della ruota posteriore in una bici da corsa

Portando nelle uscite in bici questi attrezzi si potrà intervenire rapidamente sulle forature indesiderate. Cambiare camera d’aria e copertoncino non è un operazione complessa, per non farvi cogliere impreparati durante il vostro giro in bici vi consigliamo di esercitarvi qualche volta a casa per prendere dimestichezza con la manualità di certe operazioni e, in particolar modo, con l’utilizzo delle bombolette di CO2.

Se questo tutorial vi è stato utile e la manutenzione della vostra amata bici vi appassiona vi consigliamo anche il nostro tutorial sulla sostituzione dei cavi e delle guaine del freno e Come regolare cambio e deragliatore della bdc.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Appassionato di qualsiasi cosa abbia le ruote, la bici è presente nella mia vita da quando ho memoria. Ho la fortuna di viverla in quasi tutte le sue sfaccettature, sempre affamato della prossima novità. Ho trovato la soddisfazione agonistica nel triathlon, riuscendo nel 2017 a ottenere la qualificazione al campionato del mondo ironman 70.3. Sono istruttore FITRI e, mentre proseguo i miei studi in farmacia, cerco di scendere il meno possibile dai pedali provando a trasmettere la mia grande passione.