Invia a un amico










Inviare

Scegliere il corretto reggiseno sportivo può sembrare complicato, ma grazie ai nostri consigli vi aiuteremo nella valutazione del modello migliore per voi. Questo indumento intimo è da sempre un dilemma per tutte le donne fin dall’adolescenza; spesso si sceglie in base al gusto personale senza prestare particolare attenzione alla funzionalità effettiva del reggiseno soprattutto per chi abbia forme femminili morbide e abbondanti.

Gli errori più comuni che si fanno acquistando un reggiseno sportivo riguardano per esempio la scelta della taglia sbagliata, la forma non adatta al proprio corpo e con un sostegno non efficace… senza parlare della misura della coppa. In realtà, molte donne si devono affidare a una persona esperta per capire quale sia il reggiseno più adatto a loro.

I reggiseno sportivi sono rinforzati e traspiranti

foto di Jason Patel

Reggiseno sportivo in bici, ecco come sceglierlo

Anche la cultura sull’abbigliamento da bici, soprattutto per noi donne, molto spesso scarseggia e, a maggior ragione per coloro che si avvicinino al ciclismo. Qualche consiglio su come vestirsi per pedalare non guasta mai.

In questo articolo vi voglio parlare di quali caratteristiche debba avere il reggiseno sportivo ideale per andare in bicicletta. È un indumento che non si vede, essendo al di sotto di tutto il resto, ma questo non vuol dire che necessiti di meno attenzione:

la scelta del corretto reggiseno sportivo ci fa sentire a nostro agio quando siamo in bici.

A chi è consigliato il reggiseno sportivo?

Un buon reggiseno sportivo lo consiglierei a tutte le donne che praticano sport. La bici provoca molte vibrazioni e shock che causano bruschi movimenti del seno, che possono risultare fastidiosi e a volte dolorosi. Questo reggiseno, che ha solitamente la forma di un top, veste tutte le taglie ed è maggiormente consigliato a coloro che abbiano un décolleté voluminoso e indossino una misura dalla terza in poi.

Perché indossarlo?

Il reggiseno sportivo, a differenza di quelli normali, oltre a sostenere le forme femminili ha le coppe, le spalline e il giro sottoseno rinforzati. Solitamente ha una forma a “X” tra le scapole e la chiusura presenta più ganci metallici rispetto a un reggiseno tradizionale, proprio per garantire la stabilità del seno durante l’attività fisica e per fare in modo che non si apra in movimento.

Altro motivo per indossarlo, molto importante, è la traspirabilità. Un buon reggiseno sportivo non trattiene il sudore e si asciuga velocemente. La zona del torace è un punto che suda molto durante l’attività fisica e indossare un indumento che trattenga il sudore potrebbe provocare disagi e fastidi, oltre a far sentire più freddo mentre si pedala. A questo proposito, ecco i nostri otto consigli per non soffrire il caldo d’estate in bici.

Un'atleta indossa un reggiseno sportivo con la parte posteriore anatomica

foto di Jason Patel

Come scegliere la taglia giusta?

Il reggiseno sportivo si distingue da tre tipologie di sostegno (leggero, medio, elevato), dalla taglia e a volte dalla misura della coppa. Misurando l’ampiezza del seno e del sottoseno con un metro da sarta possiamo avere i valori confrontabili con la tabella che troviamo sulla scatola o sul sito Internet delle varie aziende.

In questo modo non possiamo sbagliare. Vi consiglio di acquistare il reggiseno sportivo presso un negozio specializzato così da poterlo provare e capire la taglia corretta per voi. Una volta individuato quello perfetto per le vostre forme, potrete permettervi di acquistarlo online.

Il reggiseno non sarebbe corretto se lo sentiste troppo stretto poiché potrebbe causarvi fastidi e irritazioni dopo alcune ore in bicicletta e, allo stesso modo, nemmeno se lo sentiste un po’ largo perché non sosterrebbe il vostro seno sufficientemente. Per l’attività in bicicletta vi consiglio di optare per un sostegno medio o elevato.

Per scoprire che taglia indossate di reggiseno, misurate la circonferenza del torace all’altezza dei capezzoli e quella delle costole. Seguendo i valori nella tabella qui sotto potrete trovare la taglia esatta corrispondente alle vostre misure in centimetri.

taglia sottoseno
(cm)
torace (cm) – coppa
US IT UK AA A B C D
XXS I 30 62-66 75-77 77-79 79-81 81-83 83-85
XS II 32 67-71 80-82 82-84 84-86 86-88 88-90
S III 34 72-76 85-87 87-89 89-91 91-93 93-95
M IV 36 77-81 90-92 92-94 94-96 96-98 98-100
L V 38 82-86 97-99 99-101 101-103 103-105 105-107
XL VI 40 87-91 102-104 104-106 106-108 108-110 110-112

Come lavarlo… e la durata?

Il reggiseno sportivo è un indumento delicato. L’utilizzo in bicicletta, il sudore e i lavaggi frequenti possono degradare rapidamente il tessuto elastico e i componenti. Per assicurarsi che, durante il lavaggio, non si deteriori rapidamente vi consiglio di lavarlo a mano o in lavatrice a basse temperature.

Con il passare del tempo noterete una perdita di elasticità dei materiali e quindi non sosterrà più il vostro seno come appena acquistato. Un reggiseno sportivo di qualità avrà sicuramente una vita più lunga ma di media dura dai 6 ai 12 mesi.

In commercio esistono un’infinita quantità di reggiseni sportivi e oltre a questi, girando nel web, ho trovato alcune canotte con reggiseno integrato, proprio come i top da danza che utilizzavo quando ero più giovane. Questo tipo di indumento “2 in 1″ ha il vantaggio di non dover sovrapporre più strati rischiando di aumentare la sudorazione della zona toracica. Ovviamente la canotta è un indumento decisamente estivo o da indossare in palestra durante la lezione di spinning.

Per quanto mi riguarda, senza reggiseno sportivo non potrei più fare nessuna attività fisica, specialmente quando esco in bici. Adoro lo sterrato e i tratti sconnessi e, se non lo indossassi, tornerei a casa dopo il primo chilometro. Prediligo i modelli senza cuciture e imbottiture perché ritengo molto importante rimanere asciutta e far traspirare bene la mia pelle che in quell’area è molto delicata.

Occhio a non acquistare reggiseni sportivi economici e di materiali sintetici di scarsa qualità poiché potrebbero causarvi problemi di irritazione al seno e non funzionare come dovrebbero.

Uscire in bicicletta deve essere un momento piacevole della giornata!

A proposito dell'autore

Chiamata dagli amici "acqua e paltan", proveniente da sport completamente differenti, ora dedica cuore e mente al mondo delle due ruote offroad. Poliedrica nel suo lavoro: un'ottima fotografa, sa mettersi a disposizione anche dall'altra parte dell'obiettivo! Attiva come "social specialist" non smette mai di pensare a dove la bici la porterà ad infangarsi la prossima volta!