Invia a un amico










Inviare

La redazione di strada.bicilive.it ha avuto l’occasione di testare la nuova linea di abbigliamento RC Pro Tec, proposta da Scott per i ciclisti su strada.

Questa gamma è composta dalla maglia Shirt Scott RC Pro Tec e dai pantaloni/salopette Bibshirts Scott RC Pro Tec.

Inoltre potrete trovare i guanti Pro Tec (prezzo consigliato al pubblico 40 euro) con dorso al 91% in poliestere e 9% in elastan e palmo al 71% in poliestere, 17% in poliuretano e 12% in elastan e l’abbigliamento da donna formato dalla maglia Shirt RC Pro Tec Women’s (119 euro) e dai pantaloni/salopette Bibshorts RC Pro Tec Women’s (135 euro).

Andiamo ora ad analizzare le caratteristiche tecniche della linea Scott RC Pro Tec da uomo.

Specifiche tecniche maglia (shirt) Scott RC Pro Tec

La maglia Scott RC Pro Tec, dal costo consigliato al pubblico di 119 euro, presenta il tessuto schoeller® ITD ProTec su maniche e spalle in modo da fornire un’ulteriore protezione alla pelle in caso di caduta.

Questo tessuto possiede un effetto antibatterico, è realizzato in fibra di carbonio e maglia per garantire un’alta resistenza alla rottura ed è combinato con stampe in ceramica per diminuire il rischio di usura dovuto alla durata.

Dettagli della maglia abbigliamento bici da strada Scott RC Pro Tec

Ha inoltre una tripla tasca posteriore, di cui quella più a destra idrorepellente, e un’altra piccola tasca idrorepellente (waterrepellent pocket) con chiusura a zip sul lato destro, oltre alla zip lunga semi-autobloccante e agli inserti in rete che consentono una migliore ventilazione.

Il tessuto principale è il poliestere (100%), il primo inserto è composto al 93% da poliestere e al 7% da elastan e il secondo inserto al 69% da poliestere, 27% da elastan e 4% da carbonio.

Potrete trovarla in commercio nelle taglie S, M, L, XL e XXL e nell’unica colorazione giallo-nero-bianca.

Specifiche tecniche pantaloni/salopette (bibshorts) Scott RC Pro Tec

I pantaloni/salopette Scott RC pro Tec, al prezzo consigliato al pubblico di 135 euro, presentano il tessuto schoeller® ITD ProTec sull’esterno di entrambe le gambe, mentre il fondello Scott +++ Pro è stato concepito per evitare fastidi anche dopo numerose ore in sella sia su asfalto sia su sterrato.

Dispongono inoltre di stampe riflettenti per aumentarne la visibilità, di un inserto antiscivolo in silicone sull’orlo della gamba, di una piccola tasca sul retro, sono stati realizzati in tessuto anti-UV e sono disponibili in taglia S, M, L, XL e XXL.

Dettaglio del pantaloncino ciclismo abbigliamento bici da strada Scott RC Pro Tec

Il tessuto principale è costituito al 69% da poliestere, 27% da elastan e 4% da carbonio, la rete al 92% da poliestere e 8% da elastan, il primo inserto all’82% da poliammide e al 18% da elastan e la colorazione è identica rispetto alla maglietta.

Test

Il test della nuova linea di abbigliamento per ciclismo Scott RC Pro Tec (in taglia M) è avvenuto in condizioni estremamente differenti, sia per quanto riguarda il clima sia per quanto concerne le difficoltà tecniche del percorso prescelto.

Inoltre, pur avendo indossato pantaloni e maglia quasi sempre in contemporanea, ho voluto anche provare occasionalmente uno dei due capi abbinato a uno diverso per sentirne la reale differenza.

Sin dalla prima uscita, ho notato l’estrema comodità di entrambi i capi, in primis del fondello Scott +++ Pro, dotato di un’imbottitura tale da permettere uscite molto lunghe senza alcun dolore né irritazione e di una buona resistenza all’usura.

La maglia, altrettanto comoda e performante, dispone di tasche piuttosto capienti al punto da riuscire a porci dentro, senza alcun problema, la mantellina, i pantaloni antivento e diversi altri oggetti che potrebbero rivelarsi utili in uscite di alta montagna.

Durante le giornate di grande caldo, come per esempio sul Monte Beigua in Liguria o in alcune occasioni lungo le 3/4 ore di pedalata tra il milanese e il pavese, la composizione del tessuto della maglietta ha fatto sì che la mia temperatura corporea non divenisse rovente così come, al contrario, ho resistito piuttosto bene al freddo su certe salite alpine quali Foscagno, Bormio 2000 e Torri di Fraele.

Dettagli del fondello del pantamoncino dell'abbigliamento bici da strada Scott RC Pro Tec

Non essendo mai caduto a terra, non ho potuto testare in prima persona l’efficacia protettiva contro le abrasioni del tessuto schoeller® ITD Pro Tec e spero vivamente di non doverlo mai provare nemmeno in futuro.

In salita e pianura, viste soprattutto le minori velocità raggiunte, ho sempre appurato un’ottima vestibilità, sensazione mantenuta pure in discesa sia senza sia con la mantellina.

Spostandoci infine su un punto spesso delicato, numerosi lavaggi in lavatrice non hanno scalfito in alcun modo la qualità di ambedue, ancora in ottime condizioni dopo svariati mesi.

Conclusioni

In conclusione, la linea di abbigliamento Scott RC Pro Tec composta da maglia e pantaloni/salopette propone alcuni di forza quali comodità, protezione e grande capacità delle tasche oltre ai colori gradevoli.

Il fondello Scott +++ Pro si è dimostrato un valido prodotto in qualsiasi situazione, comprese le lunghe uscite sotto il caldo milanese e pavese. Non accusare alcun dolore né subire irritazioni da sfregamento ne è la prova lampante.

La maglietta, seppur piuttosto aderente, non mi ha mai dato la sensazione di soffocamento e il fatto di non aver dovuto indossare la mantellina a causa del freddo in alta quota nonostante le giornate non particolarmente soleggiate (il passo del Foscagno termina a quota 2.291 m) significa che le tecnologie riguardanti i tessuti sono di alto livello.

Per maggiori info, visita il sito Scott.

Test dell'abbigliamento bici da strada Scott RC Pro Tec
Comodità8.5
Protezione9
Qualità/prezzo8.5
Capacità delle tasche9.5
Qualità del fondello9.5
Colorazione9
Prezzi:
  • Maglia 119 euro
  • Pantaloni/salopette 135 euro
9Il nostro voto
Voti lettori: (0 Voti)
0.0

A proposito dell'autore

Ha gareggiato per diverse stagioni nel mondo dell'atletica leggera come velocista prima di dedicarsi al ciclismo amatoriale. Grande appassionato di storia e di cultura sportiva, ha intrapreso la carriera giornalistica dopo la laurea in Lettere e ha fondato il team dilettantistico Fondocorsa assieme ad alcuni amici. In estate potreste trovarlo su Stelvio e Gavia, ma la salita non è proprio la sua specialità migliore.