La 17esima edizione dei Campionati europei di ciclocross 2019 svolti in Italia, per la scelta dell’UEC (Uniòn Europeènne de Cyclisme) di correre questa importante manifestazione continentale in Veneto, precisamente a Silvelle di Tribaseleghe (Padova), sono terminati.

La rassegna, in programma il 9 e il 10 novembre 2019, è stata per la seconda volta nella storia disputata nel territorio italiano, dopo Lucca 2011.

In Olanda, dove si sono corsi i campionati europei del 2018, erano stati nominati i luoghi di quattro rassegne continentali per il prossimo biennio di ciclocross e Mountain Bike. Si sono tutti mostrati entusiasti della scelta di Silvelle, località che ha visto i campionati italiani di specialità 2017 e che molto ha contribuito allo sviluppo del ciclocross in Italia.

La realizzazione di questo importante progetto ha avuto un grande aiuto da Mauro Zamprogna, responsabile dell’ASD Silvellese e da ora direttore tecnico di “Silvelle19″, che ha dichiarato la sua felicità nell’aver riportato i migliori atleti del ciclocross nella provincia di Padova, che in passato, tra il 1994 e il 1999 ha visto ben 5 tappe del circuito Superprestige, il più importante della disciplina ciclocrossista a livello internazionale.

Come detto precedentemente, ci sono state due giornate di gare: il 9 settembre gli atleti della categoria Master hanno aperto l’evento, mentre solo il giorno successivo si sono visti in gara gli Juniores, gli Under 23 e gli Elite sia maschili sia femminili.

Le donne junior sono partite alle 9.00 del mattino del 10 settembre 2019, un’ora prima dei pari età uomini. Alle 11.00 le ragazze Under 23 seguite alle 12.20 dai ragazzi e infine gli Elite, prima le donne alle ore 13.50 e per concludere gli uomini alle 15.20.

Il percorso “stile fiammingo”, lungo 2900 metri prevedeva un terreno molto fangoso e appiccicoso che ha reso durissima e pesantissima la pedalata dei ciclisti: solo i più abili e i più forti sono riusciti a vestirsi della maglia di campione europeo.

fasi di gara durante il campionato europeo di ciclocross

I risultati dei Campionati Europei di Ciclocross 2019

La gara più attesa era sicuramente quella degli uomini Elite, con Mathieu Van der Poel sotto l’occhio di tutti: proprio l’olandese ha dominato la sfida continentale, lasciando fin da subito la compagnia e rispettando i favori del pronostico. Dietro di lui, a 3″ il belga Eli Iserbyt, mentre a 20″ l’altro fiammingo Laurens Sweeck. Sicuramente l’assenza dell’altro fenomeno del ciclocross Wout Van Aert ha tolto un po’ di spettacolo sul bellissimo circuito di Silvelle.

I due italiani Nicolas Samparisi e Christian Cominelli non sono stati molto competitivi e hanno chiuso rispettivamente al 21esimo e 24esimo posto.

Una grande gioia per i colori azzurri è arrivata dalle Donne Elite, che, grazie al secondo posto dell’altoatesina Eva Lechner, abbiamo agguantato una difficile medaglia d’argento. La 34enne per 12″ è dovuta arrendersi all’olandese Yara Kastellin, medaglia d’oro, mentre ha anticipato l’altra olandese Annemarie Worst per 14″.

Non siamo stati protagonisti nelle due prove Under 23: tra gli uomini ha dominato il francese Mickael Crispin sul duo Timo Kielich (Belgio) - Antoine Benoist (Francia), con i nostri tutti oltre la 20esima posizione, mentre tra le donne possiamo consolarci con il sesto e il settimo posto di Francesca Baroni Gaia Realini. Questa prova ha visto l’olandese Celyn Alvarado in medaglia d’oro, la britannica Anna Kay in quella d’argento e la francese Marlon Norbert in quella di bronzo.

Tra gli uomini junior dominio belga con quattro ragazzi nelle prime cinque posizioni, tra cui l’oro di Thibau Nys e l’argento di Jente Michels, bronzo per lo svizzero Dario Lillo. Incoraggiante il buon sesto posto di Davide De Pretto, migliore degli italiani. Ancora Olanda tra le donne junior con il primo posto e maglia di campionessa europea per Puck Pieterse e con il terzo di Shirin Van Anrooij, nel cui mezzo si è piazzata la francese Olivia Onesti.

olandesi e belgi ai campionati europei di ciclocross

Nel ciclocross è storica la rivalità tra Belgio e l’Olanda ma chissà se nel 2019 qualche outsider riuscirà a primeggiare.

Coperture televisive e territorio

I campionati europei di ciclocross 2019 di Silvelle hanno avuto un’ampia copertura televisiva, grazie all’accordo raggiunto tra l’Uniòn Europeènne Cycliste (UEC) ed Eurovisione che ha trasmesso tutte le prove in diretta.

Per i più fortunati è stato molto bello assistere le gare direttamente sul posto: l’organizzazione ha allestito un vero e proprio campo-gara con stand con musica, cibo e bevande e varie opportunità di intrattenimento nell’attesa dello spettacolo offerto dai campioni della specialità.

La manifestazione prevede di unire lo spettacolo dell’evento alle bellezze del territorio: Silvelle è infatti molto vicina a città storiche come Padova, Venezia e Treviso, raggiungibili anche tramite la nuova pista ciclabile di 1200 chilometri sviluppata dalla Regione Veneto, sempre pronta allo sviluppo del ciclismo.

Mathieu Van der Poel campione europeo di ciclocross

Anche nel 2019, così come nello scorso anno, il dominatore assoluto è stato Mathieu Van der Poel (Olanda).

Con oltre 10.000 spettatori, dall’Italia e dal Nord-Europa, l’evento di Silvelle è stato un grande successo. L’obiettivo era quello di far conoscere agli appassionati lo splendido territorio del padovano con all’interno una manifestazione di livello, con atleti incredibili, pronti a dare tutto per agguantare la maglia di campione europeo. Una festa dello sport dunque in una regione ricca di eccellenze enogastronomiche e territoriali.

Non a caso la stessa organizzazione ha stipulato un accordo con Het Nieuwsblad, il famoso giornale fiammingo, per promuovere la manifestazione nel Belgio di lingua olandese.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale dei Campionati Europei di Ciclocross 2019 in collaborazione con l’Unione Ciclistica Europea. Il sito online è disponibile in tre lingue diverse per offrire a un più vasto pubblico le offerte e le possibilità di prenotazione.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ama scrivere fin da quando era piccolo e questo lo ha portato a raccontare storie sul suo sport preferito, il ciclismo. Un'attività fisica che prova anche a praticare sia per piacere sia soprattutto per capire le difficoltà, le fatiche ma anche le gioie e i successi dei campioni che ogni giorno ci emozionano sulle strade.