Invia a un amico










Inviare

Una bici che ambisce a essere veloce in qualunque situazione, sulle lunghe salite e sui rettilinei ventosi: questa è la S-Works Tarmac Disc, il nuovo gioiello di Specialized.

La casa americana non smentisce la sua vocazione alla ricerca e sviluppo e propone per il 2018 una bici da strada veloce, versatile e soprattutto completa.

Leggera e rigida allo stesso tempo, la S-Works Tarmac Disc è realizzata nel miglior carbonio di Specialized, il nuovo Fact 12r, che ha permesso di limare 200 grammi dal peso del telaio.

Foto della bici da corsa Specialized S-Works Tarmac SL6 Disc con freni a disco e misuratore di potenza

La Specialized S-Works Tarmac SL6 Disc da uomo nella colorazione Satin Black Silver.

Monta la trasmissione elettronica Dura-Ace a 11 velocità, top di gamma di Shimano. I freni sono a disco idraulici Dura-Ace Di2 9170 e le ruote in carbonio Roval CLX 50 Disc hanno un profilo da 50 mm e copertoncini da 26.

Una vera macchina fatta per la velocità e per le lunghe distanze, ma al contempo sicura in frenata e stabile grazie all’aerodinamica e all’equilibrio tra rigidità e leggerezza del telaio.

La posizione di guida è ben caricata in avanti, l’angolo sella inoltre varia tra le taglie e passa dai 73° della tg. 61 ai 76° della tg. 49, a vantaggio della spinta e delle stabilità delle ruota anteriore a velocità sostenuta. La cassetta posteriore va dall’undici al trenta offrendo quindi un passo più leggero del classico 28 per affrontare le salite più dure.

Ma c’è di più: a rendere davvero completa questa bici è la presenza del misuratore di potenza su entrambe le pedivelle in carbonio, strumento che non si trova di “serie” sulle bici da corsa e molto utile per allenarsi in modo efficace e controllato.

Per un approfondimento sull’utilizzo del misuratore di potenza vi rimandiamo a un articolo dettagliato che abbiamo pubblicato sul nostro magazine, “come allenarsi con il misuratore di potenza

La S-Works Tarmac Disc è realizzata anche per le donne con il modello S-Works Tarmac SL6 Disc WMN che si sposa con la fisionomia femminile nelle misure. Resta identico a quello maschile l’allestimento e il prezzo, che da listino è di 9.990 euro.

La bdc S-Works Tarmac SL6 Disc WMN 2018 da donna

La Specialized S-Works Tarmac SL6 Disc WMN 2018, il modello da donna.

Sette le taglie disponibili per gli uomini, dalla 49 alla 61, e tre per le donne: dalla 49 alla 54. Per ciascuna misura è stato realizzato un diverso schema di posizionamento del carbonio per la realizzazione del telaio.

Quantità diverse di materiale sono state previste in zone specifiche del telaio al variare delle misure e sono state usate perfino qualità di carbonio diverse, tutto ciò al fine di ottenere identiche prestazioni indipendentemente dal variare delle taglie.

È possibile acquistare anche il solo set telaio comprensivo di telaio, forcella, movimento centrale e reggisella alla cifra di 3.690 euro.

S-Works Tarmac SL6 Disc, specifiche tecniche

  • Telaio: in carbonio S-Works FACT 12r
  • Misure S-Works Tarmac SL6 Disc men: 49, 52, 54, 56, 58 e 61
  • Misure S-Works Tarmac SL6 Disc WMN: 49, 52, 54
  • Forcella: in carbonio Fact
  • Reggisella: in carbonio Fact con 20 mm di offset
  • Manubrio: S-Works SL Carbon Shallow Drop, 125×75 mm
  • Freni: Shimano Dura-Ace Di2 9170 a disco idraulici
  • Cambio: elettronico Shimano Sura-Ace Di2 9150 a 11 velocità
  • Movimento centrale: OSBB con cuscinetti in ceramica
  • Ruota anteriore: Roval CLX 50 Disc in carbonio con profilo da 50 mm e predisposizione tubeless
  • Ruota posteriore: Roval CLX 50 Disc in carbonio con DT Swiss 240
  • e profilo da 50 mm e predisposizione tubeless
  • Pneumatici: Turbo Cotton, 700x26mm, 320 TPI
  • Pedivelle: S-Works in fibra di carbonio con misuratore di potenza sui due lati

Per maggiori informazioni e approfondimenti sulle geometrie vi rimandiamo al sito ufficiale di Specialized.

Invia a un amico










Inviare

A proposito dell'autore

Da piccolina chiese a Gesù bambino una bici da cross tutta d’oro e ne arrivò una bellissima color senape con cui fare salti e conquistare i sentieri del Parco di Monza. Più grande prendeva in prestito la Crippa dello zio, una delle prime super leggere in alluminio, per conquistare il Ghisallo. Oggi è giornalista, grafico editoriale e continua a scorazzare per le strade e i sentieri della Brianza e a raccontare la sua passione per le due ruote. Il suo motto: Le gambe girano!