Invia a un amico










Inviare

Lo storico marchio di origine milanese Olympia, che dagli anni 60 si è trasferito in Veneto, festeggia i suoi 125 anni di storia con la bici da corsa aero Olympia Boost Disc 125.

Si tratta di un’edizione speciale e limitata – solo 125 pezzi disponibili – del modello icona Boost, montato con freni a disco e con componenti top di gamma interamente made in Italy. La trasmissione è Campagnolo Record con ruote Bora e colorazione con particolari cromati.

La bici da corsa in carbonio Olympia Boost Disc 125 edizione speciale

Il telaio, in fibra di carbonio T1000 Boost, è lo stesso presentato nella primavera 2018 con solo alcune modifiche per montare i freni a disco e ottimizzare la potenza di frenata dei rotori. Vanta un buon equilibrio tra rigidità e comfort e design aerodinamico per garantire velocità e minima dispersione della potenza.

L’Olympia Boost è una bici veloce ma non esasperata: il manubrio e l’attacco non sono integrati e risultano più pratici sia nell’uso che nella manutenzione.

L’attacco presenta un sistema di chiusura tradizionale, compatibile con qualsiasi piega manubrio in 4 misure, da 90 a 120 mm. Sono necessari distanziali specifici per gestire l’altezza dell’attacco, gli spessori sono di 4 cm e permettono di lavorare sull’impostazione della bici in tutta libertà.

I cavi sono integrati nel telaio ma non nel manubrio e nell’attacco.

Il portaborraccia è semintegrato, riduce le turbolenze e migliora l’aerodinamica. Anche il reggisella è aerodinamico, con la chiusura collocata sotto lo snodo sella, completamente invisibile.

L’Olympia Boost Disc è realizzata per offrire il massimo delle performance con copertoncini da 28 mm. Questa caratteristica è stata sviluppata in collaborazione con i tecnici di Vittoria.

La migliore scorrevolezza rispetto alle gomme di sezione inferiore è data dal minor saltellamento del pneumatico che può essere gonfiato a pressioni più basse. Inoltre la gomma più grande offre maggiore ammortizzazione ovvero più comfort su buche o asperità dell’asfalto.

La bci da corsa aero in carbonio Olympia Boost Disc creata per festeggiare i 125 anni di Olympia

Olympia Boost Disc Limited: componenti e prezzo di listino

Come detto sopra la bici è prodotta in versione limitata e solo 125 modelli saranno disponibili sul mercato. Inoltre il telaio ha una speciale verniciatura specchiata ed è montato con componenti fatti solo da case italiane di alta gamma, che riassumiamo qui sotto.

  • Trasmissione: Campagnolo Record a 24 velocità
  • Sistema di fissaggio freno con standard Flat Mount
  • Dischi: AFS
  • Movimento centrale: Press Fit 86,5
  • Passaggio cavi: interno con ingresso dal tubo obliquo
  • Perno passante: da 12 mm sia sull’anteriore che sul posteriore
  • Predisposizione per l’uso di copertoni da 28 mm
  • Cerchi in carbonio: Campagnolo Bora One 50 Dark DISC
  • Gomme: Vittoria Corsa Speed TLR 28
  • Prezzo di listino al pubblico: 6.917 euro

È possibile personalizzare la scelta della ruote, ovviamente con relativo modifica del prezzo. Le misure di questa bicicletta da corsa vanno dalla S alla XL, mentre i colori, sono due: total black e white black.

Oltre alla versione limitata saranno disponibili altre quattro versioni di Olympia Boost Disc. Si parte da 3.271 euro con cambio Shimano Ultegra R8000, fino ad arrivare ai 5.797 euro della versione con cambio Sram Red Etap Disc 22v.

Per maggiori informazioni sui modelli, le geometrie e distributori vi rimandiamo al sito ufficiale Olympia.

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Da piccolina chiese a Gesù bambino una bici da cross tutta d’oro e ne arrivò una bellissima color senape con cui fare salti e conquistare i sentieri del Parco di Monza. Più grande prendeva in prestito la Crippa dello zio, una delle prime super leggere in alluminio, per conquistare il Ghisallo. Oggi è giornalista, grafico editoriale e continua a scorazzare per le strade e i sentieri della Brianza e a raccontare la sua passione per le due ruote. Il suo motto: Le gambe girano!