Invia a un amico










Inviare

Oggi parliamo del primo strandard tubeless per biciclette da strada, presentato da Mavic per il 2018.

Nel 1999 l’azienda francese Mavic introdusse per la prima volta nelle mountain bike un sistema per evitare l’utilizzo della camera d’aria nei copertoni, chiamato UST, acronimo di Universal System Tubeless.

Il sistema rivoluzionario di Mavic si affermò nel tempo come una della 10 innovazioni che hanno cambiato il modo di usare la mtb.

montaggio copertoni tubeless mavic UST

Montare i pneumatici tubeless sui cerchi da strada con il nuovo sistema Mavic UST ora non sarà più un problema!

In ambito strada il tubeless non si è affermato come nel mondo delle ruote grasse, perché il montaggio è sempre stato più difficoltoso a cause delle pressioni elevate e delle tolleranze ristrette fra copertone e cerchio.

Oggi Mavic propone per il 2018 un sistema UST per le biciclette da strada, completo di ruota e copertone dedicati, con tolleranze bassissime. Potremo montare finalmente la gomma senza attrezzi e senza l’utilizzo del compressore per gonfiarla.

Per garantire la piena compatibilità fra copertone e cerchio le tolleranze nel processo produttivo di Mavic arrivano a 0,35 mm per quanto riguarda il cerchio e 0,2 mm per il copertone.

Il profilo della camera del cerchione è strutturato per semplificare il montaggio ma anche per garantire la massima sicurezza dato che impedisce alla gomma di stallonare uscendo dalla sua sede.

liquido sigillante su pneumatici tubeless mavic ust

Come avviene con i pneumatici da MTB, anche in quelli da strada è consigliato inserire l’apposito liquido sigillante antiforature.

Grazie alla rigidità dei cerchietti in kevlar dei copertoni e alla precisione di produzione sono richiesti poco meno di 3 bar per ottenere il posizionamento corretto delle gomme. Per ottenere una perfetta tenuta e la protezione contro le forature si consiglia sempre di usare il sigillante dedicato all’interno del copertone.

Queste ultime saranno disponibili nelle misure 25C o 28C con una mescola unica e ottimizzata fra aderenza e scorrevolezza. Per quanto riguarda i cerchioni delle ruote, la nuova tecnologia UST verrà proposta su ben 6 modelli di ruote della gamma Mavic 2018, tutte disponibili anche nella variante per freni a disco.

cerchi tubeless comete e cosmic

Tra i marchi che dal 2018 proporranno cerchi con il sistema tubeless Mavic UST ci sono Comete e Cosmic.

Dalla coppia di ruote più costosa e leggera, come la Ksyrium Pro Carbon SL UST con profilo basso (1390 grammi a 1.799 euro o 1.899 per freni a disco) alla più economica in alluminio come le Cosmic Elite UST (1770 grammi a 449 euro o 475 euro per freni a disco), passando per altri quattro modelli: Ksyrium Pro UST (1420 grammi a 949 euro o 999 euro per freni a disco), Cosmic Pro Carbon SL UST (1450 grammi a 1.799 euro o 1.899 per freni a disco), Ksyrium Elite UST (1490 grammi a 600 euro o 649 euro per freni a disco) e infine Comete Pro Carbon SL UST con profilo alto (1635 grammi a 1.799 euro o 1.899 per freni a disco).

cerchi ksyrium tubeless mavic ust

La Ksyrium proporrà tre modelli di cerchi compatibili con il sistema Mavic UST, tutti disponibili anche in versione per freni a disco.

Il risparmio di peso del Tubeless è valutabile in qualche decina di grammi in meno considerando l’aggiunta del liquido interno, delle valvole stagne e il peso maggiore del copertone, tutto ampiamente compensato dalla mancanza della camera d’aria.

Non dimentichiamo che non diminuisce solo il peso ma aumenta pure la scorrevolezza. A parità di pressione l’attrito volvente delle coperture diminuisce di quasi il 15%. Il guadagno rimane anche pressioni inferiori, fino a 1 bar, regalando un comfort superiore.

Visitate la pagina web Mavic dedicata al nuovo Tubeless per le biciclette da strada.

A proposito dell'autore

Autodidatta con la passione per le biciclette e veicoli elettrici in generale. Ha avuto il privilegio di lavorare per un lungo periodo presso Bike World Extreme di Natalini Vanes a Castel Maggiore. Autore del manualetto Due Ruote e un Elettrone pubblicato dalla casa editrice "La Linea" di Bologna.