Mavic, l’azienda francese nata nel 1899 a Lione, propone all’interno del suo ricco catalogo di attrezzatura dedicata al mondo del ciclismo le scarpe da strada Comète Ultimate II.

Le Comète Ultimate II sono un prodotto di alto livello, utilizzato anche da ciclisti esperti come ad esempio Romain Bardet, il professionista del team AG2R La Mondiale, che le ha scelte per le loro elevate prestazioni.

Le Mavic Comète Ultimate II sono infatti state sviluppate per offrire al ciclista qualità, comfort di calzata e soprattutto un risparmio di energia con meno dispersioni di potenza.

Scarpa per bici da strada Mavic Comete Ultimate 2

Mavic Comète Ultimate II: la struttura creata ad-hoc

Creata partendo da una base solida e dalle alte qualità delle originali e rivoluzionarie Comète Ultimate, le Comète Ultimate II sono state perfezionate per offrire al ciclista una migliore esperienza di pedalata e di comfort.

Stabili ed efficienti, questi scarpini da strada Mavic vantano un innovativo sistema modulare dotato di copriscarpa removibile creata in pezzo unico e una tomaia Carbon Shell, quindi in carbonio. Per ridurre ulteriormente il peso inoltre, i tecnici del brand hanno deciso di dotare queste scarpe da ciclismo di fasce con tecnologia Matryx, in cui le fibre di carbonio sono integrate nel tessuto.

La soletta inoltre è dotata di tecnologia Ortholite, quindi davvero molto comoda da indossare. In aggiunta, per facilitare la calzata Mavic ha deciso di dotare gli scarpini Comète Ultimate II della tecnologia Smart Release che, abbinata al rotore Ergo Dial by Mavic consente di facilitare l’apertura e la chiusura della scarpa.

La struttura finale consente così di avere un contatto molto solido e più stabile con i pedali della bicicletta. In questo modo la sensazione è quella di essere in armonia con il proprio mezzo e, vantaggio non trascurabile, di godere di una precisa trasmissione dell’energia durante tutte le fasi di rotazione del pedale.

Dettaglio della suola della scarpa per ciclismo su strada Mavic Comete Ultimate 2

Mavic infatti dichiara che l’energia dispersa durante la pedalata risulta essere minore se si indossano ai piedi gli scarpini Comète Ultimate II. La progettazione ad-hoc da parte dei tecnici del brand francese ha infatti portato a ridurre lo spessore della suola a 4,5 mm, permettendo di risparmiare circa il 15% di energia.

Inoltre, andando ad analizzare i famosi punti morti di pedalata, gli studi di Mavic hanno evidenziato che la caviglia risulta essere più libera. Questo permette al piede di lavorare con un angolo di maggiore efficienza e di guadagnare 4,2 Watt di energia per ogni movimento di pedale effettuato.

Disponibilità e prezzo

Con un peso dichiarato di soli 210 grammi, i Mavic Comète Ultimate II si presentano come degli scarpini da strada davvero molto leggeri. Perfetti per agganciarsi ai pedali della propria bicicletta da strada e sentirsi un tutt’uno con essa, sono un prodotto di alta qualità e capace di offrire prestazioni molto elevate.

Disponibili in unica colorazione nera, gli scarpini Comète Ultimate II sono offerti al pubblico ad un elitario prezzo di 700 euro, IVA inclusa.

Profilo della scarpa per bici da strada Mavic Comete Ultimate 2

Le misure spaziano dalla taglia 40 alla 47, e sono presenti anche le mezze misure per soddisfare le esigenze di tutti. Inoltre Mavic ha pensato di montare sui Comète Ultimate II due meccanismi Ergo Dial, i quali garantiscono una microregolazione bidirezionale che consente di adattarsi al piede di chiunque.

Per maggiori informazioni riguardo a questo e ad altri prodotti di Mavic, così come approfondimenti circa le condizioni di vendita, di garanzia e di assistenza, vi consigliamo di visitare il sito internet ufficiale del brand francese.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un ingegnere comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.