Invia a un amico










Inviare

A febbraio 2016 ha debuttato in edicola Cyclist, un nuovo magazine dedicato agli appassionati di bici da strada che va ad arricchire l’offerta sportiva di Edisport Editoriale.

La rivista, che aspira a far provare ai suoi lettori il brivido dell’andare in bicicletta nei luoghi più belli del mondo, è la versione italiana dell’omonima e apprezzata testata inglese, distribuita globalmente in oltre 20 paesi. Nel nostro Paese avrà dieci uscite l’anno, al prezzo di 6 euro per 128 pagine a numero.

Il direttore Aldo Ballerini ne spiega gli obiettivi fin dal primo editoriale: farci venire una gran voglia, subito dopo averla letta, di chiudere le sue pagine (o spegnere il tablet/computer/smartphone) e montare in sella per pedalare pieni di propositi verso una delle destinazioni lì descritte e fotografate.

E in questo primo numero i luoghi proposti sono veramente suggestivi: dal Passo del Gavia (cui viene dedicata la copertina) ai Pirenei, passando per le Dolomiti e Corvara.

A noi di strada.bicilive.it piace in maniera particolare l’idea di Cyclist di mettere proprio il ciclista, con i suoi bisogni e i suoi sogni, al centro dell’attenzione degli articoli pubblicati.

Spazio quindi alle ultime novità, ai consigli tecnici e “di testa” per migliorare le nostre performance, all’allenamento e all’alimentazione, ai test di bici e componenti delle migliori marche, ad abbigliamento e accessori, alle curiosità sulle aziende e sui personaggi che tanto popolano i pensieri di chi è innamorato della bicicletta e della sua storia infinita.

La copertina del primo numero del mensile per ciclisti Cyclist Italia

La cover del numero di Marzo 2016 di Cyclist è dedicata al Passo del Gavia e a Fabian Cancellara.

Gli articoli sono nella maggior parte dei casi tradotti dall’edizione inglese del magazine, con delle apprezzate eccezioni: bello, in questo primo numero, l’articolo di Fulvia Camisa sulla Granfondo Strade Bianche by Trek 2016, una delle più belle granfondo organizzate in Europa, che si svolgerà a Siena dal 6 marzo prossimo.

E nonostante il taglio del mensile sia stradale sportivo, sono previsti sconfinamenti anche nel mondo della mountain bike e della bicicletta elettrica a pedalata assistita, sempre con un occhio di riguardo ai prodotti top di gamma.

In bocca al lupo a Cyclist Italia per il suo viaggio editoriale, sarà un piacere leggerla e pedalare al suo fianco, alla ricerca di stimoli e confronti che non potranno che portare benefici a tutti i nostri lettori.

Per ulteriori informazioni e abbonamenti puoi consultare il sito ufficiale della rivista: cyclistmagazine.it.

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet come amministratore di sistemi Windows e consulente di web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e il verde - e conoscere tanti esperti ciclisti coi quali condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.