Invia a un amico










Inviare

Il 2016 è un anno di fondamentale importanza per Catlike, brand spagnolo specializzato nella produzione di caschi per il ciclismo, occhiali, scarpe e altri accessori per gli sportivi.

La società compie infatti vent’anni, tutti passati all’insegna di una continua ricerca e sviluppo per offrire prodotti all’avanguardia, diffusi in più di 45 nazioni e indossati da grandi campioni del ciclismo.

caschi personalizzati Catlike durante le Olimpiadi

Per le Olimpiadi di Rio 2016 Catlike ha realizzato dei caschi con la livrea personalizzata con i colori dei vari team.

E oltre al lancio di nuovi caschi dal concept e design rivoluzionari, Catlike ha festeggiato questo anniversario firmando un contratto di distribuzione esclusiva con un prestigioso marchio italiano, Vittoria, che d’ora in poi si occuperà di portare sul nostro mercato questi accessori per ciclisti. E sono in effetti molti i punti di contatto fra questi due brand…

Con l’acquisizione avvenuta nel 1990 da parte di Vittoria Industries Ltd., la già nota e apprezzata ditta produttrice di tubolari in cotone ha rafforzato ancora di più la sua immagine e spinta creativa, diventando velocemente uno dei maggiori produttori di coperture per biciclette.

Proprio come avviene per Catlike, Vittoria punta tantissimo sul settore Ricerca e Sviluppo, i suoi prodotti hanno diffusione mondiale e ogni anno produce quasi un milione di tubolari e gomme in cotone per gare e competizioni, al quale si aggiungono circa sette milioni di coperture.

stand dei caschi Catlike 2017 alla fiera Cosmobike Show

Catlike era presente a CosmoBike Show 2016 con uno stand dove si potevano ammirare e provare le novità 2017.

Grafene, il materiale del futuro

Cifre impressionanti, alle quali d’ora in poi si aggiungerà la distribuzione sul territorio italiano dei quattordici modelli di caschi e tre tipologie di occhiali di Catlike. L’altro forte collegamento fra le due società è rappresentato da una singola parola “magica”, che diventerà ancora più “magica” negli anni a venire: Grafene.

Come ben spiega René Timmermans, CEO di Vittoria S.p.A. “Si tratta di due aziende che puntano molto sulla costante innovazione del prodotto, non a caso si tratta dei primi due marchi nel mondo del ciclismo che utilizzano il Grafene nei propri prodotti. Sebbene applicato con modalità molto diverse, il Grafene assicura vantaggi indiscutibili sia per Vittoria che per Catlike“.

Molti i modelli di caschi prodotti da Catlike, divisi in quattro gamme a seconda dell’impiego: Road, Crono e Triathlon, Mountain Bike e City.

Fra i modelli di maggiore interesse troviamo Catlike Mixino, evoluzione del precedente Whisper: dotato di interno in polistirene avvolto da uno strato di policarbonato, è provvisto di uno scheletro di aramide e nanofibre di grafene. Il design a nido d’ape, lungi dall’essere una scelta puramente estetica, assicura un assorbimento ottimale in caso di impatto. Uno dei caschi più resistenti e leggeri presenti sul mercato, il Mixino è già stato adottato da Movistar Team, con grande soddisfazione da parte di atleti quali Nairo Quintana o Alejandro Valverde.

Valverde e Quintana con il casco Catlike durante il Tour 2016

Valverde e Quintana del team Movistar, di cui Catlike è sponsor tecnico, impegnati durante una tappa del Tour 2016

Grande rilievo anche al modello Olula, già adottato da squadre professionistiche quali Movistar Team, Efapel, Sparebanken e Bike Clube de Portugal, mentre una delle star indiscusse del 2017 sarà il Cloud 352.

Si tratta di un casco particolarmente flessibile per quel che riguarda i settori di impiego, in quando dotato di Dual AEROSystem, un concept che consente di cambiare la calotta esterna, permettendo quindi di adattarsi a diverse condizioni senza sacrificare aerodinamica, sicurezza o ventilazione, come è possibile notare nel video.

Per avere maggiori informazioni su tutti gli accessori prodotti o distribuiti, nonché per conoscere i negozi più vicini a dove risiedete, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale Vittoria.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.