Campagnolo presenta un inedito gruppo a 13 velocità per il gravel, l’Ekar, con freni a disco e caratteristiche cucite su misura alla nuova disciplina in grande espansione.

La storia di Campagnolo fa parte di quelle storie romantiche nel mondo del ciclismo, un percorso fatto di passione, ricerca e del far necessità virtù. Cominciò tutto nel 1933 quando Tullio Campagnolo, dopo averla brevettata nel 1930, mise a disposizione dei ciclisti la ruota a sgancio rapido.

Solo due anni dopo, nel 1935, sarà introdotto il cambio a bacchetta, il primo dispositivo che consentiva il cambio del rapporto senza dover togliere la ruota. Nel corso dell’ultimo secolo l’azienda vicentina ha sempre cercato d’innovarsi e rinnovarsi, provando anche a proporre qualcosa di diverso rispetto al tradizionale.

È il caso del nuovo Campagnolo Ekar a 13 velocità che riporta off road i gruppi dell’azienda italiana.

Tutti i componenti del nuovo gruppo Campagnolo Ekar gravel a 13 velocità

L’idea di Ekar

Questo gruppo nasce da zero, progettato e sviluppato esclusivamente per il gravel, Ekar prende il suo nome dall’omonima cima presente nelle Prealpi venete.

Gli ingegneri hanno cercato di creare qualcosa che fosse veramente versatile, in grado di sopperire a qualsiasi tipo d’impiego, dal cicloturismo ai single track più nervosi.

Campagnolo dichiara di aver prodotto il gruppo gravel più leggero sul mercato e lo fa presentando un inedito 1×13 velocità, nato esclusivamente con l’idea di permettere al ciclista di poter affrontare il maggior numero di scenari con un supporto sempre adeguato.

Una scelta così ampia si sposa oggettivamente con l’anima avventuriera del gravel, disciplina che sta avendo grande successo in questo periodo.

Un ciclista pedala nel fango con al sua bici gravel attrezzata Campagnolo Ekar

Campagnolo Ekar: caratteristiche tecniche

Il gruppo ha un peso dichiarato inferiore ai 2,4 kg ed è disponibile con un’ampia gamma di rapporti sviluppati per soddisfare le esigenze più disparate.

I pignoni, come tutto il gruppo, sono stati creati espressamente per il gravel presentando salti da un dente per i pignoni più piccoli e più ampi per quelli più grandi.

L’impianto frenante non scende a compromessi ed è affidato alla comprovata efficacia dell’impianto idraulico Campagnolo e ai comandi Ergopower, naturalmente riadattati a un utilizzo gravel.

Una bici da gravel con montate le componenti del gruppo Campagnolo Ekar

Guarnitura Campagnolo Ekar 1×13

Non si può negare che l’effetto visivo di questo gruppo sia molto bello. Le pedivelle sono realizzate in fibra di Carbonio UD e presentano semiperni in acciaio aisi 630: questa soluzione nasce dalla necessità di creare un gruppo leggero ma allo stesso tempo resistente e affidabile.

La nuova tecnologia ProTech è sviluppata per unire i semiperni all’interno del movimento centrale tramite un’unica vite. Per facilitare la manutenzione e il controllo, il cuscinetto in acciaio inossidabile è stato installato sulla pedivella e calettato sul semiperno.

La corona (o “ingranaggio” come lo chiama Campagnolo) è fissata alla pedivella tramite quattro viti, il che rende la sua sostituzione molto rapida e intuitiva, per mantener fede all’idea di leggerezza le corone sono in alluminio 7075.

Quattro le opzioni disponibili: Adventure 38T; Pure Gravel 40T, Fast Gravel 42T e eGravel 44T. I quattro bracci su cui sono fissate sono asimmetrici e presentano un girobulloni di 123 mm, nel complesso questa soluzione consente una buona distribuzione dei carichi.

Per andare incontro alle esigenze di tutti i ciclisti Ekar presenta quattro lunghezze differenti di pedivella (165, 170, 172,5 e 175 mm): in questo modo è possibile permettere al ciclista di trovarsi sempre a suo agio in sella alla sua gravel.

Peso dichiarato: 615 grammi (172,5 mm, 38T)

La guarnitura del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Cambio Campagnolo Ekar

Per fornire la più ampia gamma di rapporti questo cambio a 13 velocità, primo nel suo genere, presenta addirittura un pignone da 9 denti che va a completare l’idea di all-road e non solo di off-road che sta dietro a una gravel.

Questo cambio presenta una gabbia a media lunghezza e la traiettoria 2D del parallelogramma è stata pensata e sviluppata esclusivamente per l’Ekar 1x, in modo che i movimenti di cambiata siano sempre precisi e in grado di utilizzare al meglio la serie di 13 pignoni.

Le pulegge (o “rotelline” come le definisce Campagnolo) presenti sul braccetto sono di dimensioni differenti: questo consente di mantenere una ritenuta di catena e una fluidità ottimale e sono compatibili all’utilizzo su qualsiasi tipo di terreno.

Il cambio Ekar è una piccola opera d’ingegneria: al suo interno presenta oltre 70 parti differenti e i materiali presenti spaziano dalla fibra di carbonio alle leghe di alluminio 7075 e 6082, fino alla poliammide.

Tutti questi materiali sono stati impiegati e differenziati in funzione del singolo elemento per ottimizzarne il funzionamento. L’impiego dei gruppi di pignoni è sempre fluido dal 9-36 al 10-44.

Peso dichiarato: 275 grammi.

Il cambio del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Pignoni Campagnolo Ekar 13 velocità

Resistenza è la parola d’ordine attorno cui vengono creati i pignoni di questo gruppo: per migliorarla viene utilizzato uno speciale acciaio trattato al nichel-cromo-satinato che ne riduce l’attrito e l’usura.

I pignoni sono montati sulla cassetta su due blocchi, uno costituito dai quattro più piccoli e l’altro dai nove più grandi, nella configurazione che parte dal nove denti.

La configurazione che invece origina con il pignone da dieci denti è suddivisa in due blocchi differenti, il primo da tre pignoni più piccoli e il secondo con dieci più grandi. I pignoni sono montati sul nuovo corpetto a ruota libera N3W.

I pignoni del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Catena Campagnolo Ekar C13

La catena è un elemento fondamentale della trasmissione e per questo motivo anch’essa dev’essere ingegnerizzata per lavorare armonicamente con gli altri elementi. Con una larghezza di 4,9 mm risulta più stretta rispetto alla catena dedicata al 12 velocità di Campagnolo, ma riesce a garantire in egual modo la resistenza e l’affidabilità.

La robustezza di questa catena è affidata all’acciaio C60 delle maglie interne con trattamento al nichel-teflon, mentre la scorrevolezza è data da un processo di lubrificazione costituito da un bagno a ultrasuoni che consente alla formula lubrificante di ricoprire in profondità la C13.

Due le opzioni di chiusura disponibili, il classico pin Campagnolo o il nuovo C-Link.

Peso dichiarato: 242 grammi (117 links/C-link) / 242 grammi (118 links/ Pin).

La catena del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Comandi Campagnolo Ergopower Ekar

Come anticipato in precedenza, i comandi Ergopower sono stati riadattati a un utilizzo gravel con gli Ekar. Questa leva è stata rimodellata aumentandone le dimensioni e portandola su una forma a C, più facilmente raggiungibile con il pollice destro mentre si pedala in posizione alta. Queste leve permettono di regolare la distanza della leva del freno per consentire un fitting più preciso rispetto alla mano che le sta utilizzando.

Le leve in alluminio tagliate al laser presentano una trama aggiuntiva per migliorare il grip. Il meccanismo Ultrashift presente al loro interno governa il cambio a 13 velocità permettendo di scalare fino a 3 rapporti contemporaneamente con un solo movimento.

Peso dichiarato: 420grammi.

I comandi del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Pinza e disco Campagnolo Ekar

Anche in questo caso gli elementi derivano dal già noto sistema idraulico di Campagnolo. Naturalmente pinza e disco sono stati ottimizzati e disegnati per un utilizzo all-road.

La modulazione della frenata è affidata a un olio minerale ad alte prestazioni mentre le pastiglie DB310 sono composte da una mescola organica che oltre a consentire buone prestazioni in frenata dimostra anche ottime capacità di resistenza all’usura.

La pinza del freno del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

I dischi sono in acciaio inossidabile temprato con uno spessore di 1,85 mm e sono disponibili in due versioni 140 e 160 mm di diametro.

Peso dichiarato:
- pinza anteriore 110 grammi
- pinza posteriore 95 grammi
- disco anteriore 157 grammi (160 mm)
- disco posteriore 123 grammi (140 mm)

Il disco del freno del nuovo gruppo a 13 velocità per il gravel Campagnolo Ekar

Campagnolo Ekar: conclusioni

La nostra opinione su questo gruppo è sicuramente positiva, non vediamo l’ora di provarlo e metterlo sotto torchio magari in un test di lunga durata.

L’arrivo dell’Ekar che si affianca ai gruppi specifici già presenti come il GRX di Shimano testimonia l’alto interesse che le aziende hanno nei confronti del gravel, fenomeno che si sta rivelando come una realtà destinata a durare e non solo una bolla o una moda.

State sintonizzati per le prossime news sul gravel per la stagione 2021!

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Appassionato di qualsiasi cosa abbia le ruote, la bici è presente nella mia vita da quando ho memoria. Ho la fortuna di viverla in quasi tutte le sue sfaccettature, sempre affamato della prossima novità. Ho trovato la soddisfazione agonistica nel triathlon, riuscendo nel 2017 a ottenere la qualificazione al campionato del mondo ironman 70.3. Sono istruttore FITRI e, mentre proseguo i miei studi in farmacia, cerco di scendere il meno possibile dai pedali provando a trasmettere la mia grande passione.