Invia a un amico










Inviare

BMC, azienda svizzera di primissimo livello nella produzione di biciclette da corsa, ha presentato la nuova BMC Roadmachine X, prodotto polivalente e versatile adatto alle lunghe distanze del ciclismo endurance.

La casa elvetica di Grenchen ha pensato anche all’uso offroad: il telaio in alluminio, gli attacchi per portapacchi e parafanghi, la trasmissione monocorona e le ruote tubeless ready con copertoni da 34 millimetri rendono la Roadmachine X una bicicletta a suo agio anche nei terreni più difficili.

Questo modello fa parte della grandissima famiglia delle Roadmachine presentata nel nostro catalogo e listino prezzi 2018 di BMC ed è il completamento della gamma, rendendosi competitiva su ogni tipo di strada.

BMC Roadmachine X con telaio in alluminio

BMC Roadmachine X è una bdc da endurance e gravel con telaio in alluminio dal costo di 2.199 euro.

Caratteristiche tecniche BMC Roadmachine X

Il telaio della BMC Roadmachine X è in alluminio a triplo spessore premium AL-13 e ricalca le forme e il design del resto dei modelli della gamma in carbonio.

L’alluminio è un materiale leggermente più pesante: questo telaio ha un peso di 1.270 grammi, 420 g la forcella in carbonio.

Le geometrie riprendono quelle della Roadmachine 3, angolo sterzo da 71.5°, piantone da 73.5° e foderi bassi da 420 mm e combinano stabilità e reattività, così da essere performante in qualsiasi situazione anche grazie alla speciale tecnologia TCC (Tuned Compliance Concept) che offre maggiore duttilità.

forcella in carbonio e passaggio cavi interno.

La forcella è in carbonio (420 g) e i freni a disco sono gli Sram Rival HRD-A1; il passaggio cavi è interno.

Elemento acquisito da tutte le aziende è il passaggio interno dei cavi, per maggiore durabilità degli stessi, che non si usurano con gli agenti atmosferici e per un’estetica più pulita ed elegante.

La tecnologia TCC è un punto fisso della BMC, consiste nel far lavorare insieme telaio, forcella, ruote, reggisella, manubrio e attacco come un‘unica sospensione.

Quest’unità è garantita dai foderi posteriori alti con sezione ridotta, dai forcellini off-set e dal canotto reggisella disegnato per esaltare la componente duttile verticale.

Tutti questi fattori portano a un perfetto equilibrio tra comfort e prestazioni adatte alle lunghe distanze; la TCC è appunto pensata per garantire la freschezza dell’atleta e mantenere la bicicletta in costante contatto con il terreno.

La BMC Roadmachine X possiede i nuovi freni a disco Sram Rival HRD-A1, preferiti all’impianto frenante tradizionale per un migliore bloccaggio e una sicurezza maggiore.

cambio Sram Rival 1x11

Roadmachine X monta il cambio Sram Rival 1×11 con cassetta 11-42T e guida catena.

Vengono inoltre aumentate le curve dei due triangoli e dei tubi dritti, così che quello posteriore possa assorbire e isolare le sollecitazioni della bici sul terreno senza impattare la pedalata e la posizione in sella.

Come precedentemente accennato la BMC Roadmachine X presenta un affidabile cambio monocorona, uno Sram Rival 1x con corona 40T e una cassetta a 11 velocità Sram Apex 11-42T.

La bicicletta inoltre presenta degli attacchi nascosti per portapacchi e parafanghi adattandosi velocemente alle varie esigenze. Monta copertoni da 34 millimetri WTB Exposure.

I cerchi sono forniti da Mavic, che rende disponibili i suoi AllRoad Disc UST con mozzi da 12 mm, mentre la sella è una Selle Royal 2075.

gravel con copertoni da 34 e portapacchi

Questa gravel può essere usata con copertoni da 34 mm ed è predisposta per il montaggio del portapacchi.

Conclusioni finali sulla bdc Roadmachine X

La BMC Roadmachine X è disponibile in 6 taglie, dalla 47 più piccola alla 61 più grande, quindi c’è la possibilità di soddisfare qualsiasi acquirente, in colorazione total black al costo di 2.199 euro.

Questo modello dell’azienda svizzera nata nel 1986 è il perfetto esempio di design elvetico: aspetto pulito, elegante e minimale che ha come unico obiettivo la prestazione e il comfort.

L’uso di tecnologie passate già collaudate unite a quelle nuove tutte da scoprire, i tanti accorgimenti e lo studio dei dettagli rendono la Roadmachine X un prodotto di alto livello a un costo contenuto e accessibile a molti che amano il ciclismo d’avventura.

BMC fin dalla sua fondazione si è distinta per l’unicità dei loro lavori grazie all’innovativo centro di ricerca e sviluppo Impec Advanced R&D Lab dove sono state sviluppate alcune tra le più importanti biciclette del ciclismo mondiale, in grado di vincere Tour de France, Campionati del Mondo e numerosi eventi Ironman.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale della BMC.

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ama scrivere fin da quando era piccolo e questo lo ha portato a raccontare storie sul suo sport preferito, il ciclismo. Un'attività fisica che prova anche a praticare sia per piacere sia soprattutto per capire le difficoltà, le fatiche ma anche le gioie e i successi dei campioni che ogni giorno ci emozionano sulle strade.