Invia a un amico










Inviare

Numerosi marchi italiani stanno presenziando alla fiera dedicata al mondo del ciclismo CosmoBike Show Verona 2016 e la redazione di strada.bicilive.it, girando fra gli stand, ha selezionato per voi alcune bici da corsa Made in Italy di alta gamma.

Alan, Bottecchia, Bressan, Carrera, Chesini, Fondriest, Olmo, Sarto e Scapin sono le bdc di cui vi mostreremo foto e info tecniche.

Alan Race Master

Alan, storica azienda veneta celebre soprattutto nel settore ciclocross, ha presentato la bici da corsa Race Master in carbonio con gruppo Campagnolo Potenza a 11 velocità (corone 52/36) e ruote Vision Metron 55 Carbon. Il peso del telaio è di 990 grammi, quello complessivo 7,2 kg e il prezzo 7.200 euro.

bdc Alan Race Master in carbonio

Alan Race Master: 7.200 euro.

Bottecchia Emme3 Gara

La bdc Bottecchia Emme3 Gara in carbonio fasciato 3k da noi fotografata monta un gruppo Campagnolo Super Record a 11v, ruote Fulcrum Racing Quattro, gomme Vittoria Open Corsa (700x23c), pesa 7 kg e costa 7.699 euro.

Potrete trovarla anche in altri allestimenti, per esempio con i gruppi elettronici Campagnolo Super Record EPS, Shimano Dura-Ace Di2, Shimano Ultegra Di2 e con quelli meccanici Shimano Dura-Ace Disk, Shimano Dura-Ace, Shimano Ultegra Disk, Shimano Ultegra e Campagnolo Chorus.

Inoltre leggete l’articolo sulla Bottecchia Emme695 Competizione.

bici da corsa Bottecchia Emme3 Gara

Bottecchia Emme3 Gara: 7.699 euro.

Bressan Avant-Garde

Il punto di forza di Bressan, storico marchio veronese, consiste nella personalizzazione del prodotto in ogni suo componente e, quindi, potrete scegliere voi ogni dettaglio anche sulla bici da corsa Avant-Garde.

Il modello da noi fotografato presenta un gruppo Sram Rival con guarnitura Kcnc K-Type compact (50/34), ruote Equinox, un nuovo mix di tubazioni (in titanio o acciaio) con il carbonio 3k o 1k fasciato a mano e pesa 6,9 kg.

Bressan Avant-Garde presentata durante cosmobike show 2016

Bressan Avant-Garde.

Carrera Ar-01

La Ar-01 è la bdc top di gamma di Carrera, le cui possibilità di customizzazione sono molteplici (gruppi meccanici/elettronici di ogni marca). Adatta ai pro o agli amatori alla ricerca delle massime prestazioni, il telaio (1.100 g) è in carbonio, l’attacco manubrio è integrato e i freni sono disponibili sia in versione a disco sia classica.

Inoltre il triangolo principale presenta un tubo obliquo dalla sezione sovradimensionata, mentre il tubo orizzontale è stato tenuto appositamente alto in modo da unirlo all’attacco manubrio.

bdc top di gamma Carrera Ar-01

Carrera Ar-01

Chesini XCr 925

La bici da corsa in acciaio Chesini XCr 925 dispone di un gruppo Shimano Dura-Ace a 11 velocità con guarnitura compact 50/34, sella San Marco Aspide e piega Deda. Come segnalato sul sito aziendale, il prezzo di telaio e forcella parte da 3.250 euro.

Chesini XCr 925 bici in carbonio

Chesini XCr 925: 3.250 euro.

Fondriest TF1 1.4

TF1 1.4 è il modello di bici da corsa proposto da Fondriest per i professionisti o per quegli amatori agonisti alla ricerca delle massime performance. Il telaio in carbonio Toray in taglia M pesa 795 g, mentre la forcella in carbonio 360 g.

Disponibile nelle misure 46, 49, 51, 53, 55, 57 e 59 (oppure custom su richiesta), potete trovarla in vendita con i gruppi Shimano Dura-Ace (corone 50/34 o 52/36, cassetta 11-28 e costo 5.240 euro) con ruote Fulcrum Racing Quattro, Ultegra Di2 (50/34, 52/36 o 53/39, 11-28 e 4.870 euro) con Fulcrum Racing Quattro e Ultegra (50/34, 52/36 o 53/39, 11-28 o 11-32 e 3.480 euro) con Fulcrum Racing Sport.

La Fondriest TF1 1.4 nella foto monta un Ultegra Di2 con gomme Michelin Pro4 Endurance.

Fondriest F1 1.4 top di gamma presentata a eurobike

Fondriest TF1 1.4: 3.480-5.240 euro.

Olmo Gepin Super Record EPS

La bici da corsa Gepin Super Record EPS è stata fra le più ammirate all’interno dello stand di Olmo. Questa bdc in carbonio dispone di un gruppo elettronico Campagnolo Super Record EPS a 11 velocità (corone 50/34), ruote Campagnolo Bora One 35 e coperture Vittoria Corsa (700x23c).

Potrete inoltre trovarla in vendita con i montaggi Shimano Ultegra Di2, Sram Red e Shimano Dura-Ace.

Olmo Gepin Super Record EPS bdc italiana in carbonio

Olmo Gepin Super Record EPS.

Sarto Lampo

La bdc Sarto Lampo ha vinto il premio CosmoBike Tech Award nella categoria “Qualità del design”. Disponibile in ogni tipo di customizzazione, noi abbiamo fotografato il modello dotato di gruppo elettronico Shimano Dura-Ace Di2 a 11 velocità (corone 53/39), freni a disco e gomme Continental Grand Prix 4000S II (700x25c).

Grazie all’analisi CFD (Computational Fluid Dynamic), ogni profilo dei tubi è stato progettato dal punto di vista aerodinamico, rendendo questa bici un perfetto mix tra rigidità e aerodinamica.

Sarto Lampo, vincitrice del premio CosmoBike Tech Award Qualità del design.

Sarto Lampo, vincitrice del premio CosmoBike Tech Award nella categoria “Qualità del design”.

Scapin Kalibra

La bici da corsa in carbonio Scapin Kalibra è stata premiata a sua volta con il CosmoBike Tech Award, rappresentando così l’altissimo valore del Made in Italy alla fiera veronese.

Personalizzabile nei montaggi, la bici da noi fotografata monta un gruppo Shimano Ultegra Disc a 11 velocità (corone 50/34), freni a disco Shimano BR-RS685, gomme Mavic Yksion Pro Griplink, ruote Mavic CXR Elite Disc e sella San Marco Mantra.

Gli altri gruppi a disposizione sono: Shimano Dura-Ace Di2 Disc, Sram Red eTap Disc, Shimano Ultegra Di2 Disc, Shimano Dura-Ace Disc, Shimano Ultegra Disc, Shimano 105 Disc e Shimano Tiagra Mix Disc.

Scapin Kalibra, premiata con il CosmoBike Tech Award.

Scapin Kalibra, premiata con il CosmoBike Tech Award.

Per saperne di più sulle novità proposte da brand quali Basso, Bianchi, Cipollini, Colnago, De Rosa, Gios, Kemo, Kuota, T Red e Wilier vi consigliamo la lettura del nostro speciale sulle bici da strada 2017 a Eurobike.

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ha gareggiato per diverse stagioni nel mondo dell'atletica leggera come velocista prima di dedicarsi al ciclismo amatoriale. Grande appassionato di storia e di cultura sportiva, ha intrapreso la carriera giornalistica dopo la laurea in Lettere e ha fondato il team dilettantistico Fondocorsa assieme ad alcuni amici. In estate potreste trovarlo su Stelvio e Gavia, ma la salita non è proprio la sua specialità migliore.