I due ex campioni di ciclismo su strada Alberto Contador e Ivan basso hanno creato il nuovo marchio di biciclette Aurum, nome che deriva dal termine latino “oro”.

E Aurum Magma è il primo modello del nuovo brand, una bicicletta da strada caratterizzata da prestazioni da gara grazie al suo peso leggero (il telaio in taglia 54 pesa 800 grammi circa) e alla struttura studiata appositamente per garantire performance elevate.

Sviluppata grazie all’esperienza acquisita durante le numerose gare internazionali dei due atleti, la Magma strizza l’occhio agli amanti della strada e in particolare delle salite.

Questa allrounder ha infatti delle forme equilibrate con angoli ottimizzati per rendere più semplice la guida e una distribuzione dei pesi bilanciata allo scopo di conferire maneggevolezza.

Disponibile in tre allestimenti oppure come kit frame è offerta al pubblico a un prezzo variabile tra 9.799 e 11.999 euro (IVA inclusa). Il kit frame ha invece un prezzo di 4.099 euro, sempre comprensivo di IVA.

Scopriamola in dettaglio.

Alberto Contador e Ivan Basso impegnati in una uscita in sella alla Aurum Magma

Aurum Magma 2021: leggerezza e aerodinamicità

Per lo sviluppo della nuova Aurum Magma i tecnici del brand hanno concentrato i propri sforzi per realizzare un telaio leggero e prestante. L’obbiettivo era infatti quello di creare un prodotto versatile con prestazioni da gara e con cui pedalare per molti chilometri.

Così, dopo svariati test di laboratorio e sul campo (condotti personalmente da Alberto Contador e Ivan Basso), è stata definita una geometria bilanciata con una distribuzione dei pesi equilibrata.

Il telaio è stato realizzato in carbonio utilizzando la tecnologia ECT – Experience Carbon Tecnology – una soluzione d’avanguardia che mira ad assicurare rigidità, leggerezza e comfort.

Tale tecnologia sfrutta sei differenti tipi di fibra di carbonio e una tecnica di laminazione specifica per ottenere un comportamento diverso nelle differenti zone del telaio. Ciò garantisce prestazioni elevate e un miglior feeling.

A fianco della tecnologia ECT è stata impiegata una tecnica di stampaggio innovativa. Con l’ausilio di anime in schiuma rivestite in lattice ed elevate pressioni di esercizio tale soluzione riesce a creare tubi lisci e senza imperfezioni, non solo esternamente ma anche internamente.

Dettaglio del telaio della nuova bici da corsa Aurum Magma 2021

Le forme dei tubi derivano da numerose prove svolte in galleria del vento del Politecnico di Milano. I test condotti dagli ingegneri, le analisi agli elementi finiti e le simulazioni prodotte utilizzando un software CFD hanno permesso di generare tubi dalle forme aerodinamiche.

Il tubo sterzo e quello obliquo in particolare si caratterizzano per una forma con sezione NACA dal profilo troncato che consente di minimizzare le turbolenze generate dalla bici.

La Aurum Magma è inoltre dotata di Head Tunnel, una particolare soluzione che canalizza i cavi dei freni internamente nel telaio partendo dal tubo sterzo, assicurando ulteriore aerodinamicità e facilitando la vita durante la manutenzione.

Particolare cura è stata poi prestata al movimento centrale con scatola squadrata e massiccia, contraddistinta da standard BB386. Integrato con il tubo obliquo, è usato per migliorare la rigidezza torsionale del telaio e quindi le performance generali di questa bici da corsa.

A proposito di rigidità, la Magma pur presentandosi robusta e solida è anche molto leggera. Il telaio in misura 54 pesa infatti 805 grammi, un valore non bassissimo ma che rappresenta un buon compromesso tra maneggevolezza e rigidezza torsionale.

Il peso totale invece si attesta attorno ai 7 kg.

Un ciclista durante un test in galleria del vento del Politecnico di Milano

Gli ingegneri di Aurum hanno svolto numerosi test nella galleria del vento a Milano per sviluppare il telaio della Magma.

Geometrie specifiche per ogni misura di telaio

Come già accennato, la prima bici da strada di Aurum è stata progettata con particolare attenzione alle geometrie e alla distribuzione del peso. Parliamo ora della geometria.

Gli ingegneri del marchio hanno deciso di realizzare ogni singola misura con un progetto specifico in termini di geometria della struttura in carbonio del telaio.

La scelte tecniche hanno toccato da vicino avantreno e forcella, quest’ultima disponibile in due differenti offset a seconda della taglia del telaio. Agendo su questi due elementi è stato possibile ottenere una impostazione racing che, non essendo estrema, rende più maneggevole la bici.

In particolare delle sei taglie disponibili, le due più piccole hanno un angolo sterzo di 71,8 e 71,6 gradi con un offset di 50 millimetri. Le altre invece hanno un angolo di 73 gradi e un rake della forcella di 44 mm.

Una tabella descrive le geometrie della Aurum Magma

La tabella con le geometrie della Aurum Magma.

Tale valore insieme a forme snelle dei foderi e della zona di sterzo conferisce al mezzo agilità nello stretto e stabilità alle alte velocità.

I foderi bassi sono corti e sovradimensionati, quindi pensati per un mezzo per scalatori. Ma non c’è solo salita per la Magma, in quanto l’altezza del movimento centrale piuttosto bassa garantisce un comportamento più stabile e sicuro in discesa.

Per quanto riguarda manubrio e attacco manubrio i tecnici di Aurum hanno optato per elementi standard, quindi non integrati. Questa configurazione è stata fortemente voluta da Basso e Contador in quando permette di correggere il proprio assetto in sella con più facilità.

Le forme e le geometrie sono state scelte con un occhio di riguardo al comfort. Essendo concepita per pedalare per tanti chilometri, la Magma adotta delle soluzioni atte a migliorare la comodità del ciclista.

Le vibrazioni vengono assorbite dalla forcella e dai foderi del carro posteriore con innesto tradizionale. Diversamente dalle tendenze di mercato che prevedono un innesto ribassato, tale soluzione permette, secondo i progettisti, di smorzare meglio le sollecitazioni provenienti dal fondo stradale.

Dettaglio del cockpit

I tre allestimenti della Aurum Magma

La nuova Aurum Magma è disponibile in sei misure (50, 52, 54, 56, 58 e 61), offerte per coprire altezze variabili tra i 152 e i 195 cm, e in due colorazioni (Glacial Blue e Carbon Black)

Acquistabile solamente presso il sito internet ufficiale del marchio, questa bicicletta da strada è proposta in tre allestimenti, tutti con montaggio qualitativamente elevato e con telaio garantito a vita.

In particolare sono previste due versioni con trasmissione Shimano Dura Ace Di2 a 11 velocità e una con trasmissione SRAM Red eTap AXS a 12 velocità.

Delle due con gruppo Shimano Dura Ace Di2, il top di gamma prevede una configurazione con componenti “luxury” (come le ruote) firmati Lightweight.

A proposito di ruote, i tre allestimenti montano tutti cerchi da 28” diversi tra loro. Il pneumatico associato è invece identico: lo Schwalbe Pro One Evo da 25 mm. A tal proposito la Magma è ottimizzata per copertoni da 25-28 mm, ma le sue geometrie consentono di montare gomme fino a 30 mm.

La parte frontale della Aurum Magma con dettaglio di tubo sterzo e manubrio

Differente è invece l’impianto frenante della allrounder di Aurum che si affida a freni a disco idraulici Shimano Dura-Ace o SRAM Red eTap AXS a seconda dell’allestimento scelto, entrambi con dischi da 160 mm all’anteriore e 140 mm al posteriore.

Il prezzo della bicicletta completa varia tra 9.799 e 11.999 euro (IVA inclusa), cifre abbastanza elevate ma giustificate dalle tecnologie d’avanguardia utilizzate e dal montaggio qualitativamente elevato.

Il brand propone inoltre il kit frame che prevede telaio, forcella, serie sterzo e perni passanti e ha un prezzo al pubblico di 4.099 euro (IVA inclusa).

Per dare una visione più completa della Aurum Magma proponiamo di seguito i montaggi completi delle tre versioni con i relativi prezzi comprensivi di IVA.

Aurum Magma Shimano/Lightweight – 11.999 euro

Telaio Aurum Magma in carbonio ECT, forcella in carbonio ECT ottimizzata CFD, trasmissione Shimano Dura-Ace Di2 a 11 velocità, doppia corona 52/36, cassetta 11-30, freni a disco Shimano Dura-Ace (dischi da 160/140 mm), ruote Lightweight Meilenstein Evo Disc TL da 28”, copertoni Schwalbe Pro One Evo da 25 mm, sella prologo Scratch M5 Nack.

La Aurum Magma Shimano/Lightweight in colorazione Glacial blue

La Aurum Magma Shimano/Lightweight ha un prezzo al pubblico di 11.999 euro.

Aurum Magma SRAM/Zipp – 9.999 euro

Telaio Aurum Magma in carbonio ECT, forcella in carbonio ECT ottimizzata CFD, trasmissione SRAM Red eTap AXS a 12 velocità, doppia corona 48/35, cassetta 10-33, freni a disco SRAM Red eTap AXS (dischi da 160/140 mm), ruote Zipp 303 NSW da 28”, copertoni Schwalbe Pro One Evo da 25 mm, sella prologo Scratch M5 Nack.

La Aurum Magma SRAM/Zipp in colorazione blue

La Aurum Magma SRAM/Zipp ha un prezzo al pubblico di 9.999 euro.

Aurum Magma Shimano/Enve – 9.799 euro

Telaio Aurum Magma in carbonio ECT, forcella in carbonio ECT ottimizzata CFD, trasmissione Shimano Dura-Ace Di2 a 11 velocità, doppia corona 52/36, cassetta 11-30, freni a disco Shimano Dura-Ace (dischi da 160/140 mm), ruote Enve SES 3.4 Disc da 28″, copertoni Schwalbe Pro One Evo da 25 mm, sella prologo Scratch M5 Nack.

La Aurum Magma Shimano/Enve in colorazione black

La Aurum Magma Shimano/Enve ha un prezzo al pubblico di 9.799 euro.

Per maggiori informazioni e ulteriori approfondimenti vi consigliamo di visitare il sito ufficiale di Aurum.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un giovane comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.