Invia a un amico










Inviare

Qualche settimana fa abbiamo presentato ai nostri lettori la 24ª Granfondo Via del Sale Fantini Club, che si svolgerà nella città di Cervia dal 17 al 19 aprile 2020. La competizione attrae ogni anno tantissimi appassionati di ciclismo e relativi accompagnatori per un weekend all’insegna dello sport e del divertimento.

La città di Cervia nel cuore della Romagna è un luogo suggestivo e i percorsi, studiati dagli organizzatori nel minimo dettaglio, sono stati creati per offrire scorci unici sul panorama che il territorio ha da offrire.

Le iscrizioni per partecipare alla Granfondo Via del Sale sono aperte.

Chi desiderasse comprendere quali siano le motivazioni più importanti per partecipare a una gara prestigiosa quale è la GF Via del Sale Fantini Club, può continuare la lettura di questo articolo. Sono infatti tanti i motivi per salire in sella e gareggiare in questa manifestazione, così come sono svariate le ragioni per accompagnare amici o parenti per un weekend all’insegna dello sport nella città di Cervia.

Noi abbiamo trovato almeno 10 motivi per i quali vale la pena prendere parte a questo magnifico evento e ve li elenchiamo di seguito.

Ciclista felice in gara alla GF Via del Sale Fantini Club

Il Fantini Club di Cervia, dove sport, divertimento e servizi sono di casa

Il Fantini Club di Cervia è il partner ufficiale della manifestazione. La GF Via del Sale 2020 sarà ospitata dalla bellissimo stabilimento balneare della città romagnola che sarà anche luogo della conferenza di presentazione della corsa che si terrà sabato 18 aprile alle 16.30.

Il Fantini Club è infatti una struttura con un’area complessiva di 34.000 mq su un fronte mare di 200 metri e dal 17 al 19 aprile 2020 sarà il punto cruciale della gara.

La location è stata infatti scelta per offrire a tutti i corridori in gara un punto di appoggio strategico per quanto riguarda tutti i servizi pre e post gara ma non solo. Segreteria, sala stampa, diretta tv, premiazioni e pasta party finale si terranno proprio al Fantini Club di Cervia.

Lo stabilimento balneare è inoltre un punto di riferimento per quanto riguarda la beach life e la vacanza attiva: sono questi i due motivi per cui è conosciuto dagli sportivi di tutta Italia. Da oltre 60 anni infatti il Fantini Club offre sport, divertimento e svariati attività a chi predilige una vacanza più movimentata del solito. Sono infatti tantissimi i campi a disposizione degli sportivi che possono spaziare dal beach soccer al golf passando per paddle e sci nautico. La struttura offre inoltre la possibilità di fare colazione o gustarsi qualcosa di fresco sulla spiaggia grazie agli otto bar presenti che si affiancano ai due ristoranti nei quali si può pranzare o cenare in riva al mare.

I motivi per visitare il Fantini Club insomma non mancano. Questo stabilimento offre inoltre la possibilità anche a chi accompagna il proprio amico o parente alla gara di godersi una giornata di relax sulla spiaggia usufruendo di svariati servizi tra cui un centro benessere che vengono erogati quasi tutto l’anno. Sono infatti oltre 200 i giorni di apertura dello stabilimento, da marzo a ottobre. Il tutto è corredato da un calendario ricco di eventi tra cui figura appunto la GF Via del Sale.

Il ristorante Calamare all'interno del Fantini Club di Cervia

Il ristorante Calamare all’interno del Fantini Club di Cervia.

La grande zona Expo’ e il programma ricco di eventi

La GF Via del Sale non è una semplice gara. Gli eventi organizzati nelle giornate che vanno dal 17 al 19 aprile 2020 sono infatti pensati per coinvolgere chiunque attraverso interessanti iniziative aperte a tutti.

Il lungomare di Cervia ospiterà infatti la zona Expo’, uno dei principali appuntamenti di inizio stagione che attrae oltre i 25.000 visitatori. Con oltre 100 aziende espositrici a presenziare la manifestazione sarà possibile trovare tutte le ultime novità del settore e testarle direttamente sul luogo. Ci sarà anche l’opportunità di scambiare pareri tecnici con gli esperti del mondo del ciclismo e magari incontrare campioni che hanno fatto la storia di questo sport. Capita infatti molto spesso di imbattersi in personaggi illustri ospitati negli stand dei vari brand.

Altre iniziative saranno realizzate per coinvolgere anche i più piccoli. Grazie a prove di abilità e conoscenza della regolamentazione stradale, realizzate in collaborazione con la Polizia Municipale di Cervia, il lungomare di Cervia sarà occasione per giovani ciclisti di sperimentare qualcosa di nuovo. Inoltre si svolgerà una pedalata su circuito urbano che sarà gratuita e aperta a tutti i ragazzi, con la richiesta obbligatoria di indossare un casco omologato. Durante il percorso saranno spiegate le regole della circolazione stradale e al termine verrà distribuito un diploma di partecipazione e diversi premi estratti a sorte.

Anche la super gimcana promette grande divertimento ai più piccoli. Allestita nella zona Expo’, di fronte al Fantini Club, sarà possibile destreggiarsi per tutta la durata del weekend su un percorso giocoso pensato per i più giovani.

Ma il programma ricco di eventi è pensato anche per coinvolgere gli adulti che troveranno nel Fantini Club il punto di riferimento in cui passare la giornata. Sabato è prevista la Via del Sale Group Cycling Special Class, una attività fitness che si svolgerà in collaborazione con ASD Bike Smile. Grazie all’utilizzo di biciclette statiche sarà possibile pedalare a ritmo di musica e guidati da istruttori esperti che coinvolgeranno i partecipanti facendoli faticare ma anche sorridere.

Il Fantini Club sarà di nuovo teatro del Granfondo Beach Party, evento confermato dall’organizzazione dopo il successo riportato nel 2019. La speciale serata sarà gratuita e aperta a tutti i partecipanti, alle loro famiglie ma anche a tutti visitatori. L’intera città di Cervia potrà godere di questo spettacolo allestito in riva al mare in cui si alterneranno musica e sfilate di moda e che si concluderà con uno show pirotecnico di fuochi d’artificio.

La giornata di domenica inizierà invece con una iniziativa tanto simpatica quanto originale: il Bike Breakfast. Alle ore 7:00 i partecipanti della Granfondo Via del Sale potranno fare il pieno di energia gustando un buon caffè offerto da Estados, preparandosi così al meglio per la gara. Anche i massaggi gratuiti pre e post gara, così come l’assistenza meccanica e sanitaria, gli immancabili punti ristoro e il pasta party finale sono altre delle ragioni per cui partecipare alla manifestazione.

Tanta gente a passeggio tra gli stand del Cervia Cycling Expo

Il tema 2020: la “Tradizione”

Il grande tema 2020 della GF Via del Sale Fantini Club è la “Tradizione”. Il nome, come si può facilmente, è molto importante per un territorio come quello romagnolo dove la tradizione è fondamentale. La GF presenta infatti aspetti più innovativi abbinati a quelli più storici e radicati nel territorio.

“La tradizione è una bellezza da conservare, non un mazzo di catene per legarci.”, queste sono le parole del poeta Ezra Pound su cui hanno deciso di puntare gli organizzatori per valorizzare la cultura romagnola durante l’edizione del 2020.

Il percorso Gourmet, che porterà a scoprire gli aspetti eno-gastronomici del cervese, assieme a tutti gli eventi finalizzati a scoprire la cultura del luogo sono stati infatti fortemente voluti dall’organizzazione per coltivare il tema della “Tradizione”.

Dal 17 al 19 aprile infatti andrà in scena il Cervia Cycling Festival: tre giorni di incontri ed eventi atti a risaltare la cultura romagnola. La Romagna è una terra ricca di storia e valori antichi che la rendono particolare e unica al mondo. Il dialetto, il folclore e le specialità culinarie sono solo alcuni dei tratti distintivi che verranno valorizzati durante la manifestazione che promette di portare partecipanti, accompagnatori e visitatori in un viaggio alla scoperta della tradizione romagnola.

Le Saline di Cervia e il meraviglioso territorio cervese

Le Saline di Cervia sono un ambiente che dal punto di vista naturalistico e paesaggistico si presenta davvero eccezionale. Riconosciuta come Zona Umida e Riserva Naturale dello Stato di popolamento animale, questo luogo riveste un’importanza internazionale, anche grazie alle oltre 100 specie di uccelli che popolano questo ambiente. Anche le flora è del tutto particolare data la grande quantità di sale di cui è ricco il terreno.

E così, partecipando alla GF Via del Sale 2020, sarà possibile ammirare queste zone grazie anche a percorsi studiati per visitare al meglio il territorio del cervese. Tra le bellezze del luogo spunta Bertinoro, città denominata “Balcone di Romagna” ma nota anche come “Città del Vino”. Si tratta di un luogo davvero speciale che sarà inserito in tutti e quattro i percorsi previsti: qui ci si potrà riposare godendo della vista mozzafiato sui luoghi circostanti. La cittadella medievale in cui sono ancora presenti mura, torri e case antiche sarà anche luogo di un punto di ristoro: un motivo in più per raggiungerla e assaporare piatti tipici della tradizione romagnola.

Alla tranquilla cittadina di Bertinoro saranno però affiancate anche delle salite vere e proprie. Tra esse figurano quella di Montecavallo, quella della Ciola, reintrodotta proprio per il percorso 2020, e la famosa Montevecchio (Cima Pantani dell’edizione). Anche la Paderno/Collinello e l’ascesa di Polenta saranno affrontate nei diversi percorsi. Tutte saranno comunque teatro di sfida e fatica lungo la strada, ma permetteranno, a chi arriverà in vetta, di godere di panorami fantastici sul territorio del cervese.

Fenicotteri in mezzo alle acque dolci attorno a Cervia

La maglia tecnica celebrativa

Altro motivo per prendere parte alla Granfondo Via del Sale 2020 è legato invece alla maglia tecnica ufficiale che è stata scelta attraverso i voti raccolti dai sondaggi sui social. La maglietta realizzata da Alé Cycling si caratterizza per la sua vestibilità racing e il taglio sportivo.

Il colore azzurro acqua riprende i colori del Fantini Club e, abbinato al nero antracite, dona un tocco di classe e un look davvero unico. Il materiale altamente traspirante è stato scelto per realizzare questo capo che è proposto in doppia versione per accontentare anche il pubblico femminile.

Con maniche raglan, fondo manica con taglio al vivo e tre tasche posteriori con rifrangente per aumentarne la visibilità, la maglia tecnica ufficiale è compresa nel ricco pacco gara che sarà consegnato a tutti gli iscritti alla GF.

Questo capo tecnico sarà disponibile anche a chi non prenderà il via alla gara, il tutto a un prezzo di 65 euro.

Anche tutti gli altri articoli di Alè Cycling, come ad esempio i pantaloni o i giubbini senza maniche saranno disponibili al pubblico durante l’intera durata dell’evento, basterà visitare l’apposito stand.

La maglia tecnica ufficiale della 24ma GF Via del Sale Fantini Club

I quattro percorsi adatti a tutti

La 24ª GF Via del Sale Fantini Club propone a chi volesse iscriversi ben quattro percorsi diversi, scelti con cura dagli organizzatori. Le tracce Strava e le altimetrie possono essere scaricate visitando la sezione dedicata nella pagina ufficiale della Granfondo.

Guardandole attentamente si nota come i percorsi siano molto variegati e adatti proprio a tutti. Non esistono quindi scuse: anche i meno allenati possono partecipare.

Si parte dal percorso lungo da 152 km nel quale si affrontano quattro salite per un dislivello complessivo di 2050 metri. È un tracciato molto mosso, dedicato ai ciclisti più allenati.

La gara prevede infatti l’ascesa di Montecavallo, una salita di 8,2 km al 6% medio, come prima difficoltà di giornata. Si procede poi con la salita del Ciola (7 km al 6% medio) , novità dell’edizione 2020, e con la Cima Pantani, ossia la salita di Montevecchio (Cima Pantani).

L’ultima fatica del percorso è la Paderno/Collinello che con i suoi 4,5 km chiude questo poker. È un percorso molto impegnativo, ma è anche una bella occasione per mettersi alla prova e soprattutto per attraversare paesaggi davvero unici.

Anche il percorso medio da 105 km offre scorci interessanti sul territorio romagnolo. Adatto a chi ha meno allenamento nelle gambe, questo tracciato si snoda attraverso l’entroterra del cervese e presenta solo due salite: quella di Montecavallo e quella di Paderno/Collinello. Una sola è invece la salita affrontata nel tracciato corto da 77 km. L’ascesa di Polenta è posizionata a metà gara ma lungo i suoi 6 km si può comunque mettersi alla prova. È l’opportunità riservata a chi opta per questo percorso, più semplice, ma comunque molto interessante per l’andamento planimetrico che porta i ciclisti a scoprire luoghi molto particolari e allo stesso tempo attraenti.

Infine, ecco il percorso “Gourmet”, creato appositamente per chi non avesse voglia di faticare ma di pedalare per divertirsi e soprattutto per assaporare le prelibatezze della cucina cervese. Si tratta infatti di una pedalata ciclo-gastronomica non competitiva. È aperta a tutti e a qualsiasi tipologia di bicicletta. Lungo 30 km totalmente pianeggianti, i partecipanti alla biciclettata Gourmet, avranno l’occasione di fermarsi in alcuni punti per degustazioni di prodotti tipici locali. Il buon cibo e il buon vino offerti dal territorio sono un grande stimolo anche per i ciclisti “meno attivi”.

Inoltre bisogna ricordare che a tutti coloro che si iscriveranno e completeranno la gara verrà consegnata la medaglia come testimonianza di partecipazione all’evento. Il tutto avverrà sulla linea del traguardo: una bella ricompensa per le fatiche del giorno. E per i migliori della giornata, divisi per categoria, ricchi premi verranno consegnati dall’organizzazione al momento della premiazione.

La linguaccia birichina di una ciclista contenta in gara alla GF Via del Sale Fantini Club

La linguaccia birichina di una ciclista contenta in gara alla GF Via del Sale Fantini Club.

Le salite su cui mettersi alla prova

Come ogni Granfondo che si rispetti, anche la GF Via del Sale Fantini Club presenta alcune difficoltà di percorso. Eccetto per quello Gourmet, ogni tracciato sarà caratterizzato da almeno una salita. Affrontare queste asperità è un motivo per mettersi alla prova testando sé stessi e magari provando a spingersi oltre i propri limiti. Le vette su cui transiterà la corsa non saranno delle passeggiate, anzi, saranno abbastanza toste e con pendenze a doppia cifra.

Partendo dal percorso più lungo possiamo dire che esso prevede come prima difficoltà l’ascesa di Montecavallo: 8,2 km al 6% medio. Dopo questa, una lunga discesa porterà ai piedi di una salita reintrodotta quest’anno dall’organizzazione dopo la sua assenza nell’edizione precedente: la Ciola. I numeri sono 7 km asfalto al 6% medio ma con punte massime fino al 14%. Prima di affrontare la Paderno/Collinello (4,5 km di strada all’insù) si passerà per il luogo simbolo della 24ª edizione della GF Via del Sale: la Cima Pantani, ossia la salita di Montevecchio.

Questa ascesa porterà gli atleti a quota 373 metri lungo 4 km di asfalto, dove le scritte “VAI MARCO, FORZA PIRATA” saranno di casa e dove la pendenza massima sfiorerà il 14%. Gli organizzatori hanno scelto proprio Montevecchio per la sfida della Cima Pantani, ossia una gara contro sé stessi e contro il tempo. Tutti gli atleti che riusciranno a percorrere la salita rispettando il tempo massimo di 17 minuti ma senza scendere sotto i 16 riceveranno uno speciale diploma e saranno inseriti nella classifica della Cima Pantani. Quale motivo migliore per dedicare anima e corpo in questa impresa?

Passando al percorso medio da 105 km e quello corto da 77 km possiamo assicurarvi che le opportunità per testarsi e faticare non mancheranno. Sebbene adatti ai meno allenati, questi due tracciati prevedono infatti alcune salite dure e arcigne. Montecavallo e Paderno/Collinello caratterizzano il percorso medio mentre l’ascesa a Polenta, posizionata a metà gara, è l’unica asperità di quello corto. Si tratta di 6 km, non troppo impegnativi ma nemmeno facili. Insomma, si dovrà faticare parecchio, ma, grazie a queste sfide, si potrà verificare il proprio stato di forma.

Ciclisti percorrono un tratto di strada in salita alla GF Via del Sale

La musica live dei Mattdamon Rock’n’Roll

La GF Via del Sale è una gara, ma è anche e soprattutto divertimento. Per questo motivo l’organizzazione vuole vivacizzare ancor di più i momenti passati in sella rendendo unica e festosa la giornata di domenica. Gli atleti che parteciperanno alla corsa troveranno sul luogo simbolo della manifestazione, la Cima Pantani, una bellissima sorpresa. Sulla salita di Montevecchio si esibiranno infatti i Mattdamon Rock’n’Roll, una band che farà dimenticare per qualche metro la fatica legata alle pendenze della strada.

Del buon e genuino rock’n’roll sarà suonato in vetta alla salita rendendo così unica l’atmosfera sia per i corridori che per le persone che decideranno di posizionarsi quassù per assistere alla gara. Il contrabbasso, la chitarra e la batteria accompagneranno le fatiche degli atleti, regalando loro una scarica di energia davvero sensazionale. La band affonda le proprie radici nella musica tradizionale americana, quindi aspettatevi di trovarvi a questo punto della gara a pedalare sulle note di Elvis, Johnny Cash o magari dei Beatles e dei Rolling Stones.

Il gruppo musicale Rock'n'Roll Mattdemon

I numerosi ristori

La 24ª GF Via del Sale non manca ovviamente dei punti ristoro, luogo molto amato dai partecipanti. Nel percorso lungo saranno ben quattro, posizionati in vetta alle salite principali, insieme all’assistenza meccanica.

Anche nei percorsi medio e corto saranno presenti questi stand dove potersi rifocillare prima di affrontare la parte di percorso mancante. Proprio qui ci si potrà infatti ricaricare mangiando un panino oppure bevendo sali minerali per reintegrare quelli perduti a causa delle fatiche di giornata.

La posizione non è per nulla casuale: quale modo migliore per mangiare e bere godendo di una vista fantastica sul territorio circostante? Essendo posizionati in vetta alle ascese del giorno, gli atleti potranno infatti beneficiare, oltre che delle vivande, anche di un panorama singolare.

Bike Breakfast e punti ristoro alla GF Via del Sale Fantini Club

Pasta Party “All You Can Eat” per tutti

Oltre ai numerosi punti ristoro e al percorso Gourmet, dove sarà possibile degustare piatti tipici della cucina romagnola, non può mancare il Pasta Party finale che si terrà presso il Fantini Club. Qui gli atleti potranno mangiare a volontà per recuperare forze ed energie spese durante la gara. Con la formula All You Can Eat proposta dall’organizzazione sarà infatti possibile sfamarsi fino a quando non si sarà sazi.

Il Pasta Party è aperto anche agli accompagnatori degli atleti che, dopo aver atteso per ore il proprio parente o amico, sulla linea del traguardo, potranno condividere gioie e dolori di giornata davanti a un bel piatto di pasta. Anche in questo caso l’attesa sarà ricompensata da un premio in natura che nelle Granfondo è ormai all’ordine del giorno.

Eccovi elencati dieci validi motivi per partecipare alla 24ª Granfondo Via del Sale Fantini Club che si svolgerà a Cervia dal 17 al 19 aprile. Inutile sottolineare che queste motivazioni sono state scelte da noi perché ritenute le più importanti, ma non sono le uniche e anzi ce ne sarebbero molte altre da elencare.

Per questo motivo vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione per scoprire altre iniziative e eventi interessanti che potrebbero essere per voi come una calamita capace di attrarvi a partecipare alla GF Via del Sale 2020 oppure anche per visitare la città di Cervia per trascorrere un weekend immersi in una atmosfera dove si respirerà aria di ciclismo.

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un ingegnere comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.