Invia a un amico










Inviare

La ciclabile del Limarò vi permette di pedalare costeggiando il canyon del Limarò creato dal fiume Sarca.

Ci troviamo in Trentino, a circa 25 chilometri dal lago di Garda in direzione Trento. Il percorso si svolge su pista ciclabile con tratti in salita e un lungo tratto pianeggiante.

La ciclabile del Limarò

La partenza è da Sarche, punto d’arrivo della ciclabile che parte da Riva del Garda. Percorro spesso questa ciclabile perché almeno una volta alla settimana mi piace fare il giro del passo del Ballino.

La ciclabile segue il tracciato della vecchia strada che collegava la Valle dei Laghi alla zona di Comano Terme nelle Giudicarie Esteriori

mappa del percorso della ciclabile di Limarò

Prima della costruzione della nuova via di comunicazione e delle sue gallerie, la ciclabile era la statale 237 del Limarò. La pista ciclabile fu aperta nel 2014 dopo 30 anni dalla chiusura della strada.

Trovo il cartello con le indicazioni per Comano, giro a sinistra e pedalo sulla strada principale. Purtroppo tra la ciclabile Torbole-Sarche e la ciclabile del Limarò manca un collegamento quindi sono obbligato a percorrere la strada principale.

Salgo con calma e tenendo bene la destra. Non c’è tanto traffico, per fortuna. Dopo i primi tornanti riesco a vedere il sottostante Lago di Toblino, sempre bello ed affascinante ed anche i vigneti, una costante per la zona.

Quando vedo il maniero penso alla vita al tempo medioevale e sicuramente la mia passione per i cavalli mi fa pensare a come si viveva a quei tempi, spesso su quattro zampe anziché su due ruote come me oggi.

altimetria della ciclabile del Limarò

Affronto il sesto tornante e capisco subito che i tornanti sono in numero decrescente, difatti dopo pochi minuti in salita con pendenza costante arrivo al terzo tornante dove a sinistra c’è un bar. Non mi fermo, proseguo e al successivo tornante a destra c’è l’inizio della pista ciclabile.

Svolto e ora sono tranquillo e rilassato, lontano dallo smog e dal traffico. Cambio rapporto e proseguo. Pochi colpi di pedale e mi fermo per scattare una foto alla zona sottostante: la piana delle Sarche, dove si estendono i vigneti. Da qui vedo il fiume Sarca con una nuova visuale.

Risalgo in bici e davanti ai miei occhi ho le pareti strapiombanti del canyon del Limarò e verso est la catena del monte Bondone con la cima Cornetto (2.180 metri). Supero un paio di strappetti in agilità, sul bordo destro ho il parapetto di cemento mentre a sinistra pareti rocciose imbrigliate da paramassi. Termino la salita e inizia un lungo tratto pianeggiante che costeggia il versante della montagna.

Solo in alcuni tratti si riesce ad avere una spettacolare visuale sul sottostante canyon. In questo posto regna il silenzio, interrotto solo dallo scorrere delle ruote sull’asfalto.

Proseguo e penso al lavoro che è stato fatto per realizzare questa strada, alle ore trascorse a scavare nella roccia e allo stesso momento penso a mio padre che per andare a studiare a Trento da Tione doveva percorrere questa strada. Spesso mi racconta di quando sul pullman di linea l’autista doveva fare retromarcia nei tornanti e la paura era tanta, ma erano bravi autisti e senza servo sterzo…

La pista ciclabile del Limarò finisce sulla strada principale poco dopo l’ultima galleria e anch’io mi fermo a questo punto. So per certo che è stato approvato un progetto per terminare il tracciato ciclabile e permettere i ciclisti di raggiungere la cittadina di Ponte Arche, speriamo di veloce realizzazione.

ciclista percorre l'itinerario della ciclabile del Limarò

Alcune note sulla ciclabile del Limarò

Il percorso è lungo circa 6,2 km e ha un dislivello di 200 metri. Si svolge nella maggior parte su pista ciclabile riservata e in un tratto iniziale promiscua con la strada principale. Il fondo della ciclabile è asfaltato. Il mio consiglio è di parcheggiare la macchina prima dell’inizio della ciclabile e quindi percorrerla in tutta tranquillità.

L’itinerario è adatto a tutti, anche a famiglie con bambini.

Cosa fare lungo la ciclabile

Questa ciclabile si sviluppa nella Valle del Sarca. La zona si presta molto per la pratica dell’arrampicata sportiva e potete cimentarvi in bellissimi percorsi in mtb che vanno da percorsi adatti alle famiglie come la ciclabile da Torbole sul Garda a Sarche a diversi itinerari cross country. Da Sarche si può raggiungere in bici da corsa il Monte Bondone dal versante meno noto.

canyon del Limarò visto da un giro in bicicletta

Sarche, cittadina di partenza della pista ciclabile del Limarò è una piccola cittadina che si trova a metà strada tra Trento e Riva del Garda. Proseguendo in direzione nord si trova il lago di Toblino che si è formato attraverso erosioni e dal materiale che il fiume Sarca ha trasportato verso valle. È considerato uno dei laghi più romantici del Trentino per la suo posizione tra colline verdeggianti, vigneti e rocce della montagna che lo sovrasta, il Piccolo Dain (971 m.).

Il clima mite favorisce la vegetazione mediterranea difatti si trovano ulivi, rosmarino e piante di limoni. Sull’isolotto si trova il Castello di Toblino costruito nel XII secolo e nel XVI fu trasformato in residenza estiva del vescovo.

Oggi al suo interno si trova un ristorante ed è accessibile solo agli ospiti.

Peculiarità della zona è la produzione del Vino Santo doc che si ricava dall’uva nosiola, un vitigno autoctono che viene coltivato solo in questa parte del Trentino.

Qui sotto potete scaricare la traccia GPX con un semplice click.

Invia a un amico










Inviare
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Abito ad Arco di Trento, mecca della bici a 360°. Unisco la passione della bici al mio lavoro di cartografo e di rilevatore GPS di itinerari bici e trekking. Ho scritto due guide, una di mountain bike e l'altra di cicloturismo.