Invia a un amico










Inviare

Il passo Gardena è una salita famosa sia a livello italiano sia europeo. È un valico alpino situato a 2.121 m fra la Val Gardena e la Val Badia, in Alto Adige ed è stato percorso alcune volte durante il Giro d’Italia.

Ascesa lunga 10,5 km, è immersa in uno scenario davvero suggestivo.

Da che parte si scala il passo Gardena?

Il passo Gardena si può affrontare dalla Val Gardena o dalla Val Badia. La cittadina di partenza dal lato gardenese è Selva di Val Gardena, mentre dal versante badiota la partenza è da Corvara, in Val Badia.

In questo articolo vi porterò alla scoperta della salita del passo Gardena da Selva di Val Gardena, versante gardenese.

Dove si trova Selva di Val Gardena

Selva di Val Gardena si trova nell’omonima Val Gardena. Per raggiungere il punto di partenza si percorre l’autostrada A22 Brennero-Modena, uscita a Chiusa-Val Gardena.

Alla rotonda si prosegue sulla SS242 in direzione Val Gardena. Si risale la valle fino ad arrivare al paese di Selva di Val Gardena, punto di partenza.

mappa per raggiungere Selva di Val Gardena

Scegliendo il versante gardenese, la partenza è ai 1.563 m di Selva di Val Gardena, situata a una trentina di chilometri dall’uscita di Chiusa della A22 del Brennero.

Ecco alcuni dati riepilogativi della salita da Selva di Val Gardena

Partendo da Selva di Val Gardena il dislivello della salita fino al passo Gardena è di 558 m; la strada è lunga 10,5 km e la pendenza media è del 5,3%.

Partenza Selva di Val Gardena 1.563 m
Arrivo Passo Gardena 2.121 m
Lunghezza 10,5 km
Pendenza Media 5,3 %
Pendenza Massima 11%

Consigli: dato il traffico veicolare presente sul passo vi consiglio di affrontare la salita partendo al mattino presto. La strada nella seconda parte, dopo il bivio per il passo Sella, è stretta.

Vista la quota che si raggiunge, il mio suggerimento è di portare con voi l’abbigliamento adeguato come guanti lunghi, manicotti e gambali.

altimetria della salita da Selva al Passo Gardena

Da Selva di Val Gardena si raggiunge il passo Gardena dopo 10,5 km a una pendenza media del 5,3% con picchi dell’11%.

Dati del passo Gardena da Corvara in Badia

Il dislivello tra Corvara e il passo Gardena è di 599 m mentre la strada è lunga 11 km e presenta una pendenza media del 6,3% con picchi del 10%.

Partenza Corvara in Badia 1.522 m
Arrivo Passo Gardena 2.121 m
Lunghezza 11 km
Pendenza Media 6,3 %
Pendenza Massima 10%

La salita

Ho parcheggiato la macchina a Selva di Val Gardena, preparato la bici e acceso il GPS, strumento che mi ha permesso di registrare il percorso e di ottenere i dati della salita.

Prima di partire ho riempito la borraccia con acqua fresca e buona. Ho iniziato a pedalare con un rapporto agile.

La strada che ho affrontato, fino alla fine del paese ha una pendenza costante di circa il 5% che si mantiene tale fino alla località di Plan.

Ho continuato sulla strada principale e mi sono trovato ad affrontare un tratto con due tornanti dove la pendenza è del 10%. In questo punto ho cambiato rapporto e così sono potuto salire in agilità.

Ho proseguito lungo la SS 242; la pendenza della strada diminuisce e, quindi, sono salito in agilità, ammirando il panorama attorno, costituito dagli splendidi Sassolungo e Sella.

Lungo la salita mi sono trovato ad attraversare la località di Plan de Gralba. Ho proseguito sulla strada statale e ho affrontato una serie di tornanti fino ad arrivare al bivio passo Sella-passo Gardena.

tornanti e bivio tra il passo Sella e il Gardena

A parte 2 tornanti al 10%, la pendenza del primo tratto è leggera e costante (5%). Dopo aver superato la località Plan de Gralba si giunge a un bivio: a destra si sale al passo Sella, a sinistra al Gardena.

Ho svoltato a sinistra, sulla SS 243, direzione passo Gardena. Dopo il bivio la strada diventa stretta e l’ambiente circostante cambia, con il bosco che si fa sempre più rado lasciando spazio ai prati. Questo tratto coincide con l’ultima parte del percorso della Maratona dles Dolomites, una delle 10 granfondo di ciclismo per noi più belle.

La strada sale con pendenze che variano dal 5 al 6%. Sono salito con il mio solito passo, ho scalato alcuni tornanti e tratti rettilinei. In questo punto ho notato, a sinistra, una favolosa struttura alberghiera e mi sono fermato in questo posto ad ammirare il panorama.

gruppo del sella e del sassolungo visto salendo il passo Gardena in bici

Salendo al passo Gardena in bici potete ammirare sulla destra il Sella con le pareti delle Mesules dell Murfreit mentre alle vostre spalle il panorama è dominato dal Sassolungo.

Ho quindi continuato sulla SS 243 fino a giungere alla “Sela de Culac”, a 2.018 metri. Sono al settimo chilometro della salita, per cui mancano ancora 3,5 chilometri per raggiungere la vetta del passo Gardena.

A questo punto, ho affrontato una breve discesa molto bella e, poi, un pezzo pianeggiante. Nel tratto in pianura mi sono fermato verso metà per ammirare il versante delle Mesules e del Murfreit, pareti che hanno fatto la storia dell’alpinismo.

Ho terminato il tratto pianeggiante per ritrovarmi a 2.000 metri dalla cima e pedalare verso gli ultimi tornanti, che mi hanno condotto al passo con calma vista la pendenza media del 4-5%.

In cima ho scattato la foto ricordo davanti al cartello del passo Gardena e ho scambiato alcune parole con altri ciclisti e turisti.

prati e dolomiti viste dal passo Gardena

Nella parte finale del passo Gardena il bosco si dirada lasciando spazio a grandi prati da cui svettano le guglie dolomitiche del gruppo del Cir.

Un po’ di storia: il passo Gardena al Giro d’Italia

Il passo Gardena venne inserito al Giro d’Italia per la prima volta nel 1949 durante la tappa Bassano del Grappa-Bolzano. Fausto Coppi conquistò la frazione, mentre la maglia rosa fu indossata da Adolfo Leoni.

La seconda volta in cui la carovana rosa transitò dal passo fu nel 2002, nella tappa Corvara in Badia-Folgaria. Pavel Tonkov conquistò il successo, mentre la maglia rosa andò a Paolo Savoldelli.

Nel 2005, nella tappa Mezzocorona-Ortisei, la vittoria di tappa fu di Iván Parra con maglia rosa ancora a Paolo Savoldelli.

Il passo Gardena è stato transitato per l’ultima volta nel 2016, durante la Alpago (Farra)-Corvara, con vittoria di Esteban Chaves e maglia rosa a Steven Kruijswijk.

A chi sia interessato alle grandi salite da scalare in bici da strada, consiglio la lettura del pezzo dedicato al passo dello Stelvio.

Qui sotto trovate la mappa del percorso Selva di Val Gardena-passo Gardena con la traccia Gps scaricabile gratuitamente.

 

A proposito dell'autore

Abito ad Arco di Trento, mecca della bici a 360°. Unisco la passione della bici al mio lavoro di cartografo e di rilevatore GPS di itinerari bici e trekking. Ho scritto due guide, una di mountain bike e l'altra di cicloturismo.