Invia a un amico










Inviare

Il Tour de France 2017 partirà da Düsseldorf, capitale del Land tedesco della Renania Settentrionale-Vestfalia, situata sulle rive del Reno. Dopo aver pubblicato il calendario delle tappe del Tour de France 2016, con avvio dalla località patrimonio dell’UNESCO Mont-Saint-Michel, gli organizzatori della Grande Boucle hanno deciso di far partire la 104ª edizione dalla Germania per la quarta volta.

Tour de France 2017, inizio a crono

L’avvio del Tour de France 2017 consisterà in una cronometro individuale di 13 km lungo le strade di Düsseldorf (1 luglio 2017), luogo da cui comincerà anche la seconda tappa.

Per ora non sono trapelate altre news, ma il via a crono in casa avrà reso piuttosto felice Tony Martin, pluricampione iridato contro il tempo (2011, 2012 e 2013) seppur in calo durante l’ultima stagione.

La scuola teutonica, dopo le vicende legate al doping (non è stata l’unica nazione) che hanno azzerato gran parte della squadra che aveva raccolto innumerevoli successi tra gli anni Novanta e i primi Duemila (su tutti Jan Ullrich, primo al Tour de France 1997, alla Vuelta a España 1999, oro olimpico in linea a Sydney 2000 e non solo, squalificato in seguito all’Operación Puerto), si è ripresa nelle ultime stagioni grazie ai vari Tony Martin, John Degenkolb, André Greipel, Marcel Kittel e Gerald Ciolek, riaccendendo la fiamma della passione in numerosi tifosi.

Gli organizzatori francesi hanno dunque premiato una nazione “ciclisticamente” in ripresa.

Tour, quarta volta in Germania

I via dall’estero sono ormai diventati una consuetudine per il Tour de France. Difatti, partendo dal 2007, possiamo annoverare Londra (2007), Monaco (2009), Rotterdam (2010), Liegi (2012), Leeds (2014, anno del trionfo di Vincenzo Nibali) e Utrecht (2015).

Il quarto start tedesco giungerà trenta anni dopo l’avvio a Berlino Ovest (1987), quando l’olandese Jelle Nijdam trionfò nella breve crono individuale di 6,1 km.

In precedenza, il francese Bernard Hinault aveva vinto la crono di 8 km a Francoforte nel 1980, mentre la Colonia – Liegi (149 km) del 1965 era stata ad appannaggio del belga Rik Van Looy, prima frazione del Tour che avrebbe visto il successo finale di Felice Gimondi, terzultimo italiano a riuscirvi prima di Marco Pantani (1998) e del già citato Vincenzo Nibali nel 2014.

Dopo la Germania, da dove vedrà il via il Tour de France 2018?

A proposito dell'autore

Ha gareggiato per diverse stagioni nel mondo dell'atletica leggera come velocista prima di dedicarsi al ciclismo amatoriale. Grande appassionato di storia e di cultura sportiva, ha intrapreso la carriera giornalistica dopo la laurea in Lettere e ha fondato il team dilettantistico Fondocorsa assieme ad alcuni amici. In estate potreste trovarlo su Stelvio e Gavia, ma la salita non è proprio la sua specialità migliore.