Invia a un amico










Inviare

La chiamano GINS che sta per Giro d’Italia No Stop, la neonata ultracycling che metterà in fila tutti i temerari che vorranno cimentarsi con un percorso che si snoda lungo tutta la nostra penisola.

Diciotto giorni, 4.100 chilometri, 55.000 metri di dislivello totali. Questi i numeri di una corsa capace di spaventare ma anche di emozionare, che vedrà in questo 2020 la sua prima edizione.

Partenza da Riccione e via attraverso quasi tutte le regioni d’Italia (si saltano Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta), passando per il Cippo del Monte Carpegna, lo Zoncolan, lo Stelvio, il Superga, le Strade Bianche e il Vesuvio, alla scoperta delle meraviglie della nostra patria per poi chiudere, meno di tre settimane dopo, di nuovo a Riccione.

Locandina evento GIRODITALIANOSTOP 2020

Cos’è l’ultracycling?

Una delle domande che sorgono spesso più spontanee è: che differenza c’è tra ultracycling e granfondo?
Le differenze principali sono che nell’ultracycling si corre su circuiti NON chiusi al traffico, i percorsi sono spesso più monitorati e le percorrenze sono più lunghe.

Nelle ultra cycling, proprio in virtù del carico fisico più importante, è inoltre previsto da regolamento che si possa correre anche “in squadra” con una modalità simile a quella della staffetta: la squadra intera può dividersi a piacere il percorso e affrontarlo dandosi il cambio.

Giro d’Italia No Stop 2020: evento per tutti?

Questo evento è riservato solo a coloro che intendano parteciparvi secondo la modalità “senza supporto” e in totale autonomia. È prevista anche la partecipazione per tutti coloro che amano pedalare con un po’ più di rilassatezza in modalità bikepacking.

I 18 giorni indicati sono il tempo limite in cui completare il percorso per ottenere il titolo di FINISHER.

Non una vera e propria gara quindi, ma più un evento in self-support con la presenza di una deadline temporale. La modalità “solo self-supported” prevede che l’atleta non si avvalga di veicoli di supporto né di una “crew” ma si carichi sulla bici tutto il necessario per completare il percorso (cibo, bevande, ricambi, abiti) come facevano i pionieri, eroi del ciclismo di una volta.

I Punti di supporto della GIRODITALIANOSTOP 2020

Giro d’Italia No Stop 2020: Come funziona?

Il percorso del GINS è diviso in 18 sezioni lunghe in media poco più di 200 km ciascuna. Ognuna di queste sezioni prevede la presenza di un punto di supporto, spesso una ciclofficina o un negozio specializzato, ma anche hotel, bar, stazioni di servizio e supermercati.

I tracciati saranno esclusivamente su strada, con giusto dei tronconi che tendono più al gravel, ma tranquillamente affrontabili anche con una bicicletta da strada classica. Come anticipato, si correrà su vie aperte al traffico, quindi bisognerà sempre fare attenzione a rispettare il Codice della strada.

Per non rischiare di perdersi o di sbagliare, a ogni partecipante verranno forniti i file GPX e KML per importare nei propri GPS le tracce digitali dei percorsi e avere una guida metro per metro che li terrà sulla giusta rotta.

Tutti i partecipanti che entro il termine stabilito arriveranno a presentare certificazione dell’avvenuto percorso (ottenuta tramite i check nei punti di controllo) potranno ufficialmente considerarsi dei FINISHER della corsa.

Un ciclista che pedala alla GIRODITALIANOSTOP 2020

La Coppa del Mondo 2020 di Ultracycling

Il GIRODITALIANOSTOP 2020 è stato inserito nel circuito delle gare che compongono la Coppa del Mondo di Ultracycling, anche grazie all’autorevolezza degli organizzatori: Nico Valsesia e Luca Masini.

Il primo ha concluso con successo ben cinque Race Across America come partecipante, mentre il secondo altrettante come crew al seguito. Quindi molta esperienza da entrambi i lati del mondo ultracycling, messa al servizio di un obiettivo nobile e ambizioso: far scoprire la nostra Italia pedalando!

L’augurio è che ci riescano, il nostro Paese merita di essere scoperto anche col turismo green, magari proprio in sella a una gravel o, chissà, a una bella eBike.

Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale del GIRODITALIANOSTOP.

Invia a un amico










Inviare

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Consulente aziendale, da sempre appassionato di tecnologia, scrittura e comunicazione. Scopre la MTB come pratica sportiva solo nel 2017 grazie alle lunghe ciclabili delle valli bergamasche, ed è amore a ogni pedalata, che sia muscolare o assistita. Da lì a usare la bicicletta per andare ovunque, il passo è stato breve.