Invia a un amico










Inviare

La prima volta in bicicletta è un ricordo che non rimane molto impresso nella nostra memoria, ma la prima pedalata data su una bici d’epoca è davvero qualcosa di speciale. Una bici che ha percorso chilometri di strade e che se avesse voce potrebbe raccontarci storie e aneddoti, proprio come fanno i nostri nonni, trattenendo in sé qualcosa di magico…

È così che Simona ha riscoperto le emozioni di pedalare dopo anni proprio grazie alla bici che, fin da piccola, l’aveva affascinata… Il suo breve racconto racchiude molte emozioni vissute nella sua vita grazie ai momenti passati in bicicletta.

Foto di Simona e le amiche con bici d'epoca

Simona con la sua bici d’epoca e le amiche con le quali ha partecipato a L’Artica

“Il pensiero della bicicletta mi riporta ai bei ricordi d’infanzia, quando a darmi lezioni sulle due ruote era mio nonno Achille che, gridandomi “pedala”, mi ricordava che pedalando e andando avanti si mantiene l’equilibrio. Quella bicicletta, rimessa in sesto, è ancora oggi la mia e con lei anche la bici da corsa per cui tanto ammiravo mio padre nel saper usare quei freni bassi e scomodi.

Credo che il mio amore per quella bici d’epoca fosse già sbocciato allora. È proprio con quell’Atala rossa liberata dalla polvere accumulata negli anni, dopo avere rinfoderato il manubrio con un bel nastro nero e un’aggiustatina a freni e cambio che, con tanta emozione, ho preso parte alla mia prima L’ARTICA – cicloturistica d’epoca tenutasi a Lonigo in provincia di Vicenza, nonostante il freddo a dir poco pungente delle prime ore del mattino di una domenica di gennaio.

La IV edizione dell’evento organizzato dal fantastico gruppo Lone Eagle, negli anni ha saputo raccogliere moltissimo seguito e un sempre maggiore entusiasmo dei partecipanti per i meravigliosi percorsi proposti sui Colli Berici con i gustosi ristori ricchi di prelibatezze venete.

Da sempre affascinata spettatrice dell’evento ho voluto provare a cimentarmi in questa bellissima esperienza e, nonostante non credessi molto nelle mie capacità non avendo alcun allenamento a mio favore, sono riuscita assieme alla mia grande amica Francesca a percorrere i 28 km del percorso corto. Non ci siamo fatte risparmiare da qualche problemino meccanico alla catena, fortunatamente risolto da mani esperte che mi hanno saputa aiutare e che ringrazio infinitamente.

Foto di gruppo delle donne che hanno partecipato a L'Artica cicloturistica d'epoca

Le donne cha hanno partecipato a L’Artica con le loro bici d’epoca

Tra una pedalata e l’altra il freddo si è fatto meno pungente e ha lasciato spazio a tanto divertimento. Una domenica che poteva sembrare come tante, è stata sapientemente trasformata in un meraviglioso giorno di festa, coinvolgendo centinaia di persone provenienti da ogni dove d’Italia, accomunate dalla passione per la bici d’epoca. Per tutto questo va un doveroso e sentito ringraziamento a tutti gli organizzatori dell’Artica che, grazie al loro evento, mi hanno dato l’input per tornare in sella a quella bici d’epoca che mi ha sempre tanto incuriosito…

Andare in bici è tornare ai bei ricordi di bambina, libertà e spensieratezza sono le sensazioni predominanti che si provano a ogni colpo di pedale. Non vedo l’ora di partecipare alla prossima avventura!”.

A proposito dell'autore

Chiamata dagli amici "acqua e paltan", proveniente da sport completamente differenti, ora dedica cuore e mente al mondo delle due ruote offroad. Poliedrica nel suo lavoro: un'ottima fotografa, sa mettersi a disposizione anche dall'altra parte dell'obiettivo! Attiva come "social specialist" non smette mai di pensare a dove la bici la porterà ad infangarsi la prossima volta!